I 10 peggiori “plus/minus” di giocatori NBA che abbiano vinto la partita

I 10 peggiori “plus/minus” di giocatori NBA che abbiano vinto la partita

Non è detto che una buona partita di squadra, o in generale una vittoria, coincidano anche con una prestazione individuale ottima. Un fattore che ci può dare un’idea di questo è il plus/minuscioè la differenza tra punti fatti e subiti dalla squadra durante la permanenza in campo del giocatore stesso (parametro inserito a partire dalla stagione 2000-2001)

Questo parametro è spesso collegato al rendimento generale della squadra. Spesso, ma non sempre.

Qualche tempo fa, vi avevamo riportato la top-10 dei giocatori con il miglior plus/minus in partite perse dalle relative squadre di appartenenza ( -> trovate l’articolo cliccando qui <- ); oggi, invece, parleremo dei 10 giocatori con il peggio plus/minus in incontri, poi, vinti dalla loro squadra.

 

5. Hassan Whiteside: Nella partita vinta dai Miami Heat sui Brooklyn Nets per 109-106 del gennaio 2017, il centro della franchigia di South Beach, nonostante la W della sua squadra, nei 21 minuti trascorsi sul parquet collezionò un -30 di plus/minus, frutto anche di un pessimo 3/10 dal campo.

Immagine
Hassan Whiteside.

4. Stromile Swift: Il 29 marzo 2004 in una partita vinta dai Memphis Grizzlies sugli Atlanta Hawks per 136-133 dopo un tempo supplementare, Swift mise in piedi una prestazione da -30 di plus/minus, che durerà per 11 anni, giocando 17 minuti e tirando appena 1/8 dal campo.

Immagine
Stromile Swift.

3. Terrance Ferguson: Una vittoria 110-107 dei Thunder sui Kings nel febbraio 2018 agrodolce per l’allora rookie di OKC che quella notte mise in piedi una pessima prestazione individuale, come testimonia il -30 in appena 14 minuti di utilizzo, che lo colloca “solo” sul terzo gradino del podio.

Immagine
Terrance Ferguson.

2. Corey Brewer: Il primo a battere il record di Swift, nel novembre 2015 fu l’allora giocatore dei Rockets che, in una partita vinta da Houston sui Kings per 116-110, fece registrare un orribile -31 nei suoi 17 minuti passati in campo, Un plus/minus che, però, gli è valso il primo gradino del podio per meno di 4 anni.

Immagine
Corey Brewer.

1. Rudy Gobert: Un record negativo abbastanza recente e stabilito da un giocatore insospettabile. Nel 2019 è stato Defensive Player of the Year, è stato inserito nel All-NBA Third Team e nel All-Defensive First Team, eppure, nel marzo 2019, Rudy Gobert mise in piedi un -36 di plus/minus in 20 minuti di utilizzo che, al momento, è il peggior dato di un giocatore che abbia vinto, poi, quella partita. Infatti, nonostante la brutta partita del centro francese, gli Utah Jazz riuscirono comunque a battere per 115-111 i Milwaukee Bucks.

Immagine
Rudy Gobert.

Alessandro Colonnello

21 anni. Studente di Economia al secondo anno con la passione per lettura, film e, soprattutto, basket. Finto giornalaio amante dei San Antonio Spurs e con un debole per Rajon Rondo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *