Meno di 30 minuti per fare più di 40 punti? Ecco la top-10 di chi ce l’ha fatta!

Meno di 30 minuti per fare più di 40 punti? Ecco la top-10 di chi ce l’ha fatta!

Questa notte Kawhi Leonard si è messo in mostra segnando 43 punti in appena 29 minuti di utilizzo, una grandissima partita che, però, nella storia è solo la decima prestazione di questo tipo. Parliamo, infatti, di giocatori capaci di segnare 40+ punti in meno di 30 minuti trascorsi sul parquet.

Ecco la top-10!

 

10. CURRY, BIRD, HARDEN, JACKSON JR. E LEONARD

Questi cinque giocatori sono stati tutti capaci di segnare 43 punti: il primo a riuscirci è stato, naturalmente, Larry Bird nel marzo ’86, che è stato detentore di questo “primato” per 23 anni; con lo stesso numero di punti ci sono, come detto, anche Steph Curry (gennaio ’17), James Harden (che a gennaio ’19 ci ha aggiunto anche 10 rimbalzi e 10 assist), Jaren Jackson Jr (dicembre ’19 e più giovane di sempre a riuscirci) e Kawhi Leonard (gennaio ’20).

 

9. KLAY THOMPSON

Lo “specialista di categoria”, il 21 gennaio 2019 contro i Los Angeles Lakers, ha messo a segno 44 punti in appena 27 minuti, grazie anche alle 10 triple su 11 tentativi.

 

8. JR SMITH

Sono 45 i punti dell’allora giocatore dei Denver Nuggets, capace, il 13 aprile 2009, di stendere in soli 29 minuti i Sacramento Kings con ben 11 triple segnate su 18 tentativi.

 

7. STEPH CURRY

45 punti in 29 minuti anche per il numero 30 dei Golden State Warriors che, il 6 gennaio 2018, manda al tappeto così i Los Angeles Clippers.

 

6. STEPH CURRY

Nel giorno in cui i Warriors entrano nella storia vincendo la 73esima partita della loro stagione (record all-time) ai danni dei Grizzlies, Curry mette a segno 46 punti (con 10 triple) in soli 29 minuti sul parquet.

 

5. KEMBA WALKER

Una delle migliori prestazioni di Kemba con la maglia degli Hornets è quella del 22 marzo 2018, giorno in cui il numero 15 mise a segno 46 punti nei 28 minuti trascorsi in campo.

 

4. DAMIAN LILLARD

Sono addirittura 50 i punti che il numero 0 dei Blazers mette insieme in 29 minuti e 29 secondi (precisazione che diventerà utile tra poco) in un’uscita del 9 febbraio 2018 contro i Kings.

 

3. CJ MCCOLLUM

50 punti anche per un compagno di Lillard ai Blazers, CJ McCollum: il 31 gennaio 2018 contro i Bulls, però, il numero 3, a differenza del compagno, impiegò 13 secondi in meno, 29 minuti e 16 secondi, per entrare in questa speciale classifica, tempo che gli consegna il terzo gradino del podio.

 

2. KLAY THOMPSON

26 minuti e 33 secondi, questo è stato il tempo impiegato dal solito Klay Thompson, il 29 ottobre 2018 contro i Chicago Bulls, per mettere a segno 52 punti ed entrare ulteriormente nella storia grazie alle 14 triple fatte registrare in quella partita (record all-time).

 

1. KLAY THOMPSON

Al primo posto non poteva che esserci, ancora una volta, Klay Thompson. Il giocatore dei Warriors, il 5 dicembre 2016 in una partita contro gli Indiana Pacers, è stato capace di segnare 60 punti in appena 29 minuti e 3 secondi con 13/19 da due, 8/14 da tre e 10/11 ai liberi. Una prestazione da RECORD!

Alessandro Colonnello

21 anni. Studente di Economia al secondo anno con la passione per lettura, film e, soprattutto, basket. Finto giornalaio amante dei San Antonio Spurs e con un debole per Rajon Rondo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *