I 10 migliori “plus/minus” di giocatori NBA che abbiano perso la partita

I 10 migliori “plus/minus” di giocatori NBA che abbiano perso la partita

Non è detto che una brutta partita di squadra, o in generale una sconfitta, coincidano anche con una prestazione individuale pessima. Un fattore che ci può dare un’idea di questo è il plus/minuscioè la differenza tra punti fatti e subiti dalla squadra durante la permanenza in campo del giocatore stesso.

Questo parametro è spesso collegato al rendimento generale della squadra. Spesso, ma non sempre.

Ecco allora i migliori plus/minus fatti registrare da giocatori la cui squadra abbia, poi, perso la partita.

10. TYLER ZELLER (+28 in 23 minuti)
9. ROBERT TRAYLOR (+28 in 20 minuti)
8. BRYAN SKINNER (+28 in 19 minuti)
7. ARVYDAS SABONIS (+29 in 49 minuti)
6. DARIO SARIC (+29 in 33 minuti)
5. D’ANGELO RUSSELL (+29 in 29 minuti)

Nella partita persa dai Los Angeles Lakers contro i Sacramento King per 115-118 del gennaio 2016, l’allora rookie dei gialloviola nei 29 minuti di utilizzo in uscita dalla panchina ha il miglior plus/minus dell’incontro ed è anche il secondo miglior marcatore della squadra con 27 punti, dietro i 28 di Kobe Bryant.

 

4. MARVIN WILLIAMS (+31 in 26 minuti)

Sconfitta 87-96 per gli Atlanta Hawks contro i Memphis Grizzlies nel 2006, nella quale uno dei pochi a salvarsi per la squadra di coach Woodson è Williams, autore di soli 8 punti e 4 rimbalzi, ma con il secondo miglior plus/minus dell’incontro dietro al +35 di Chucky Atkins.

 

3. MIRZA TELETOVIC (+31 in 24 minuti)

Primo turno dei play-off 2016 tra Brooklyn Nets e Toronto Raptors. In gara-5, i Nets vengono battuti dai canadesi per 113-115, in una partita che rischiano di ribaltare dopo essere stati sotto anche di 26, grazie ad un ultima frazione da 44-24 in cui uno dei mattatori è proprio Teletovic, autore di 17 punti, 7 rimbalzi e un plus/minus di +31: il più alto di sempre per un giocatore sconfitto in una partita di play-off (il secondo è Todd McCulloch con +27).

 

2. KYLE KORVER (+33 in 41 minuti)

Nella partita persa 108-110 dagli Atlanta Hawks contro i Cleveland Cavs del 2016, Korver – 14 punti e 4 rimbalzi – è riuscito ad avere un plus/minus +33, il secondo più alto di questa classifica, nonostante abbia giocato 41 minuti dei 53 totali (partita finita al primo OT): questo significa che gli Hawks nei soli 12 minuti senza Korver hanno avuto un parziale di 50-14.

 

1. DARKO MILICIC (+35 in 19 minuti)

Il primo posto di questa particolare classifica non poteva che essere per uno dei giocatori di culto del terzo millennio: Darko Milicic. La scelta numero 2 del Draft del 2003, in una partita del 2010 persa dai suoi Timberwolves con OKC per 109-107, fece registrare un pazzesco +35 di plus/minus in appena 19 minuti di utilizzo, aggiungendoci 8 punti e 8 rimbalzi.

Alessandro Colonnello

21 anni. Studente di Economia al secondo anno con la passione per lettura, film e, soprattutto, basket. Finto giornalaio amante dei San Antonio Spurs e con un debole per Rajon Rondo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *