I giocatori NBA con i nomi più lunghi di sempre!

I giocatori NBA con i nomi più lunghi di sempre!

I nomi sono un parte importante per la cultura NBA. Giocatori come LeBron James, Kobe Bryant o Michael Jordan hanno fatto del loro nome un marchio di fabbrica, legandolo in un modo o nell’altro all’immaginario collettivo cestistico.

Avere un nome ben riconoscibile, quindi, può rendere un giocatore NBA un personaggio di culto, andando ben oltre i semplici risultati sportivi.

Ecco, allora, la “classifica” dei giocatori con nome e cognome più lunghi nella storia NBA. Verrano presi in considerazione solamente i nomi riportati sul sito ufficiale della NBA (nba.com), quindi, non troveremo, ad esempio, Dikembe Mutombo Mpolondo Mukamba Jean-Jacques Wamutombo (il record sarebbe stato senza dubbio suo!).

 

20 LETTERE
  • Clarence Weatherspoon: chiamata numero 9 al Draft del ’92, nel primo quintetto All-Rookie ’93, 15 stagioni nella Lega chiuse a 11.5 punti e 7.5 rimbalzi di media.
  • Aleksandar Djordjevic: uno dei più grandi europei di sempre negli USA ha giocato solo 8 partite per i Blazers nella stagione 1996-97.
  • Micheal Ray Richardson: chiamata numero 4 al Draft del 1978, una volta miglior passatore della Lega, tre volte giocatore con più rubate e due volte nei migliori quintetti difensivi NBA.

 

21 LETTERE
  • Thanasis Antetokounmpo: il fratello maggiore di Giannis, scelto nel 2014 alla 51 dai Knicks, ha giocato solo 12 partite in NBA, di cui 10 con i Bucks quest’anno.
  • Shai Gilgeous-Alexander: uno dei migliori giocatori della sua classe di Draft, quella 2018 in cui fu scelto alla 11, quest’anno con OKC viaggia a 19.9 punti di media.
  • Timothé Luwawu-Cabarrot: il francese, scelto alla 24 nel 2016 dai Sixers, ha cambiato 5 squadre in 6 anni, giocando, comunque, più di 180 partite nella Lega.
  • Rondae Hollis-Jefferson: scelto alla 24 nel 2015, ha passato 4 stagioni a Brooklyn, prima di passare ai Toronto Raptors quest’anno.
  • Michael Carter-Williams: dopo essere stato il Rookie of the Year nel 2014 con la maglia dei Sixers, MCW non ha più trovato la sua dimensione, cambiando 5 squadre in sei anni.

 

22 LETTERE
  • Nickeil Alexander-Walker: il cugino di SGA è entrato nella Lega solo quest’anno, chiamato con la 17 dai Nets che lo hanno poi girato ai Pelicans, per cui ha giocato 28 partite con 5.5 punti di media.
  • Kentavious Caldwell-Pope: insieme a Alexander-Walker è il giocatore in attività con il nome più lungo, primato che ha dal 2013, quando venne selezionato alla 8 dai Detroit Pistons.

 

23 LETTERE

Martynas Andriuškevičius: draftato alla 44 dai Magic che lo girarono poi ai Cleveland Cavaliers, appena 6 partite nella stagione 2005-2006 con 1.5 minuti di media, 4 rimbalzi e 2 rubate totali e neanche un punto messo a referto, eppure, questo basta e avanza per diventare il giocatore NBA con il nome più lungo della storia.

Immagine
Martynas Andriuškevičius (credits by: Getty Images)

Alessandro Colonnello

21 anni. Studente di Economia al secondo anno con la passione per lettura, film e, soprattutto, basket. Finto giornalaio amante dei San Antonio Spurs e con un debole per Rajon Rondo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *