I momenti preferiti dell’ultima decade per i giocatori NBA

I momenti preferiti dell’ultima decade per i giocatori NBA

Terminata (o quasi) la decade, a vari giocatori NBA è stato chiesto quale fosse il loro momento preferito degli ultimi 10 anni della Lega.

Ecco cosa ne è uscito fuori.

 

KARL-ANTHONY TOWNS

“Miami Heat contro San Antonio Spurs, avevano già tirato fuori il trofeo, LeBron sbaglia un tiro, Chris Bosh prende un grande rimbalzo e passa a Ray Allen che mette a posto i piedi e tira. È stato pazzesco. Non lo dimenticherò mai perché ricordo di essermi alzato dal mio posto quando [Bosh] ha preso il rimbalzo e di aver detto ‘questa va dentro’ e mio padre, che guardava la partita con me, mi disse ‘assolutamente no'”.

 

TRAE YOUNG

“I 60 punti dell’ultima partita di Kobe. Ha dato tutto fino alla fine. È così che dovrebbe essere. Ha giocato ogni partita come se fosse la sua ultima e lo ha fatto anche nell’ultima.”

 

DEMAR DEROZAN

“Per me è l’ultima partita di Kobe. Nessuno ha chiuso la carriera come ha fatto lui. Mi ha raccontato che dopo la fine della partita non riusciva neanche a camminare per tornare in macchina”.

 

LOU WILLIAMS

“È difficile perché ci sono stati tanti grandi momenti. Ma non ho mai sentito nessuno fare quello che ha fatto Klay, segnando 60 punti con 11 palleggi. Non penso succederà mai più”.

 

KEVIN LOVE

“In realtà penso che il migliore sia la partita di Klay Thompson. Sono cresciuto con lui. Quando ha segnato 60 punti con soli 11 palleggi è stato incredibile, penso che nessuno ci riuscirà più. Voglio dire, quando James [Harden] segna 65 punti e fa 700 palleggi è davvero impressionante. Non ho mai visto un attaccante come lui. Ma poi se pensi che Klay ne abbia fatti solo 11. È incredibile”.

 

DONOVAN MITCHELL

“Probabilmente quando gli Heat hanno battuto OKC per la prima volta. È stato speciale. LeBron, D-Wade e gli altri. Erano la mia squadra preferita. Essere un fan di LeBron , un fan di D-Wade e riuscire a vederlo è stato pazzesco”.

 

DANNY GREEN

“La partita da 50 punti di D-Rose. Vederlo tornare e giocare ad alto livello nonostante gli infortuni è stato bello. Tutti sono stati fan di Derrick e vederlo giocare sui suoi livelli è stato uno dei momenti migliori degli ultimi 10 anni”.

 

RUDY GOBERT

“Quando gli Spurs hanno vinto l’anello nel 2014. Guardare quei ragazzi, in particolare Boris [Diaw] e Tony [Parker], i ragazzi francesi, vincere il titolo NBA, è stato un grande momento. Vederli prendersi la rivincita dopo aver perso l’anno prima, è stato d’ispirazione”.

 

JARRETT ALLEN

“Il 2014 per me. Vedere i ‘Big Three’ e Kawhi. Sono un grande fan degli Spurs, quindi è stato un grande momento per me.”.

 

MIKE CONLEY

“Sinceramente da ragazzo dell’Ohio guardare LeBron e i Cavs vincere quel titolo è stato bello. Anche se sono in competizione con lui, allo stesso tempo so cosa significava per la città e lo stato. È stato bello.”

 

VINCE CARTER

“Vedere dal vivo Toronto vincere l’anello. Ero seduto con T-Mac e ricordo che mancavano due minuti alla fine, forse un minuto e mezzo, ricordo di avergli detto: ‘Stanno per farlo. I Toronto Raptors stanno per vincere un anello”. E quello è stato probabilmente uno dei momenti più surreali degli ultimi 20 anni per me. Vedere ragazzi che conosco con il trofeo in mano: Kyle [Lowry] è un mio amico e compagno di golf. Ero sinceramente felice per la franchigia e per le persone che conosco lì”.

Alessandro Colonnello

21 anni. Studente di Economia al secondo anno con la passione per lettura, film e, soprattutto, basket. Finto giornalaio amante dei San Antonio Spurs e con un debole per Rajon Rondo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *