Stagione da 78 partite e un torneo da metà stagione: ecco come potrebbe cambiare la NBA dal 2021!

Stagione da 78 partite e un torneo da metà stagione: ecco come potrebbe cambiare la NBA dal 2021!

La NBA ha ufficialmente avanzato una proposta alle franchigie con alcuni cambiamenti che verrebbero eventualmente introdotti dalla Lega a partire dalla stagione 2021/22, in occasione del 75esimo anniversario dalla nascita della NBA

La prima è quella inerente il numero di incontri stagionali che, quindi, vedrebbe il passaggio della stagione regolare da 82 a 78 partite, un argomento, però, da sempre molto scomodo, poichè questo cambiamento interesserebbe non solo le franchigie, che vedrebbero diminuire gli introiti derivanti dai biglietti venduti, ma anche i giocatori stessi, ai quali sarebbero decurtati, sebbene solo in parte, gli stipendi.

Altra proposta, già anticipata nelle scorse settimane, è quella del cosiddetto in-season tournament, un evento, che si svolgerebbe da fine novembre a metà dicembre, al quale parteciperebbero tutte le 30 squadre con queste modalità: sei gironi (uno per division) nei quali ogni squadra dovrebbe affrontare le altre cinque due volte e dai quali avanzerebbero le sei prime e le due migliori seconde; da lì, poi, verrebbe stilato un tabellone (a eliminazione diretta) con i quarti di finale giocati sui campi delle teste di serie e con semifinali e finali su campi neutri. Per incentivare le squadre a schierare i migliori giocatori e a questi di giocare al massimo verrebbe inserito anche un bonus da $1 milione per ogni giocatore della squadra vincente.

Le altre due ulteriori proposte mirerebbero a inserire un ulteriore torneo per stabilire la settima e l’ottava qualificata per entrambe le Conference ai play-off e l’eliminazione della divisione tra Western e Eastern Conference a partire dalle Conference Finals, inserendo una redistribuzione dettata dal record della regular-season.

Alessandro Colonnello

21 anni. Studente di Economia al secondo anno con la passione per lettura, film e, soprattutto, basket. Finto giornalaio amante dei San Antonio Spurs e con un debole per Rajon Rondo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *