Rockets furibondi: “La partite deve giocarsi di nuovo!”

Rockets furibondi: “La partite deve giocarsi di nuovo!”

Gli Houston Rockets sperano che l’NBA prenda provvedimenti dopo la mancata assegnazione dei due punti a James Harden relativi alla ormai celebre schiacciata non assegnata al Barba, giocata ritenuta poi fondamentale ai fini del risultato finale. Partita finita, invece, sul 135-133 per i San Antonio Spurs, abili a ribaltare il risultato e strappare la vittoria dopo due tempi supplementari.

I Rockets, che non sono riusciti a sfruttare i 30 secondi a disposizione per chiamare il “challenge” per poter costringere gli arbitri a rivedere l’azione, al monitor, in particolar modo, vorrebbero che gli ultimi 7 minuti e 50 secondi fossero ripetuti, visto che la schiacciata di Harden avrebbe dato a Houston il +15 sul 104-89.

James Capers, uno dei tre arbitri della partita, ha dichiarato a fine partita che “l’entrata poco pulita della palla nella retina ha tratto in inganno”, ecco allora che il ricorso dei Rockets potrebbe essere accolto con il tempo restante che, quindi, potrebbe rigiocarsi nella prossima occasione in cui le squadre si troveranno davanti, cioè il 17 dicembre.

Alessandro Colonnello

21 anni. Studente di Economia al secondo anno con la passione per lettura, film e, soprattutto, basket. Finto giornalaio amante dei San Antonio Spurs e con un debole per Rajon Rondo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *