San Antonio voleva scambiare Leonard con i Philadelphia 76ers

San Antonio voleva scambiare Leonard con i Philadelphia 76ers

Le più recenti ed eclatanti vicende NBA da più di un anno a questa parte riguardano un giocatore in particolare, il quale ha saputo realmente spostare gli equilibri della lega in maniera netta e significativa.

Stiamo ovviamente parlando di Kawhi Leonard, neo acquisto dei Los Angeles Clippers e fresco vincitore dell’anello con i “suoi” Toronto Raptors. Nel luglio del 2018 fu spedito in Canada sostanzialmente in cambio di DeMar Derozan tramite una trade che ha stravolto radicalmente gli assetti della lega più famosa al mondo. Ma ci tocca fare ancora un passo indietro, perché, in base alle ultime indiscrezioni, gli insiders di ESPN hanno reso noto che la stessa franchigia di texana, nel 2018, aveva iniziato una contrattazione con i Philadelphia 76ers per mandare Leonard in Pennsylvania, in cambio di 3 scelte al draft e uno tra Ben Simmons e Joel Embiid.

Purtroppo – per gli Spurs e i suoi tifosi – questa operazione non andò in porto, ma riflettiamo: quanto è stata decisiva questa scelta tra le due franchigie? Se pensiamo che proprio Leonard eliminerò i 76ers in Gara-7 con un impossibile quanto fortunato buzzer beater la risposta è una sola: tantissimo, forse troppo. Queste circostanze ci permettono di capire quanto il meccanismo di trade della NBA dia importanza alle capacità dei GM, i quali, attraverso le loro scelte, sono spesso i veri padroni del destino delle loro rispettive squadre.

Giò Bonfantino

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *