D’Angelo Russell spiega perché ha preferito i Warriors ai TWolves

D’Angelo Russell spiega perché ha preferito i Warriors ai TWolves

Tra le tante squadre interessate a D’Angelo Russell questa estate c’erano anche loro, i Minnesota Timberwolves. Il giocatore, ormai ai margini del progetto dei Brooklyn Nets a seguito dell’acquisto di Kyrie Irving da parte dei newyorkesi, è stato infatti uno dei pezzi pregiati dello scorso mercato, grazie soprattutto ad una stagione – la migliore della sua carriera – che lo ha portato anche ad essere convocato all’All Star Game.

Appurata la pressoché nulla possibilità di essere riconfermato dai Nets, Russell ha poi accettato di essere inserito nella sign and trade che ha portato Kevin Durant nella Grande Mela, sposando così il progetto dei Golden State Warriors.

Nonostante la forte amicizia con Karl-Anthony Towns, Russell ha spiegato perché ha preferito GSW: “All’inizio ho pensato che l’opportunità di andare ai TWolves fosse grandiosa, l’ho tenuta molto in considerazione. Poi però si è aperta l’opzione Warriors, e ho cominciato a pensare anche al meteo, molto migliore a San Francisco. Venivo dalla precedente esperienza a Brooklyn, e avevo già provato l’inverno newyorkese, fu molto dura. Ho preferito optare per un clima più temperato, penso abbia giocato un ruolo fondamentale per la mia scelta”.

Claudio Rosa

21 anni, studente all'Università Cattolica del Sacro Cuore, aspirante giornalista ma giornalaio per passione, tifoso Lakers nel tempo libero ed amante occasionale dello stretch four.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *