La storia al contrario: la notte (quasi) magica di Lillard, Russell e Doncic

La storia al contrario: la notte (quasi) magica di Lillard, Russell e Doncic

Non succedeva dal 23 dicembre 2005 che due giocatori segnassero più di 50 punti nella stessa notte: a riscrivere, parzialmente, la storia sono stati Damian Lillard D’Angelo Russell.

Quello che non era mai successo, però, era che entrambi gli autori delle prestazioni da più di cinquanta punti perdessero le rispettive partite. Infatti, se nel 2005 Allen Iverson (53 punti) e Vince Carter (51 punti) erano riusciti a portare a casa almeno un successo – i Nets di Carter vinsero con gli Heat, mentre Phila cedette il passo agli Hawks – questa volta Lillard e Russell non sono stati altrettanto fortunati.

Per entrambi i numeri #0 è arrivato il career-high: il leader dei Portland Trail Blazers si è fermato a quota 60 punti, con 12/17 da due e 7/16 da tre, conditi anche da 4 rimbalzi e 5 assist, ma inutili a fini del risultato, con I Blazers costretti ad arrendersi 115-119 ai Brooklyn Nets; massimo in carriera anche per D-Lo, autore di 52 punti, con 12/20 da due e 7/17 da tre, 9 rimbalzi, 5 assist, 3 rubate e 2 stoppate, una partita completa che, però, non è servita a raggiungere il terzo successo stagionale per i Golden State Warriors, battuti dai T-Wolves dopo un supplementare.

Un’altra serata senza lieto fine è stata quella di Luka Doncic: per il ragazzo delle meraviglie è arrivata la quarta tripla doppia nelle prime 8 uscite stagionali, impresa riuscita prima di lui solo a Maurice Stokes, Oscar Robertson e Russell Westbrook. Lo sloveno, grazie ai suoi 38 punti (career-high), 14 rimbalzi e 10 assist, è diventato il più giovane a farlo, ma il suo record non è servito ai Dallas Mavericks, battuti a domicilio dai non irresistibili New York Knicks.

Alessandro Colonnello

21 anni. Studente di Economia al secondo anno con la passione per lettura, film e, soprattutto, basket. Finto giornalaio amante dei San Antonio Spurs e con un debole per Rajon Rondo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *