Butler risponde alle critiche: “La gente pensa che io non sia un buon giocatore!”

Butler risponde alle critiche: “La gente pensa che io non sia un buon giocatore!”

“La gente pensa che io non sia un buon giocatore di basket. Pensa che io non possa fare la differenza. Non dico che potrei riuscire a trascinare da solo una squadra, perché nessuno può farlo da solo, ma so di cosa sono capace. So cosa posso portare in ogni situazione e il gruppo di ragazzi che abbiamo ora a Miami è il gruppo con il quale voglio giocare”, sono queste le parole rilasciate da Jimmy Butler in un’intervista a Chris Haynes.

Il nuovo numero 22 dei Miami Heat, accusato spesso di non essere un uomo spogliatoio, si è espresso sul nuovo progetto a South Beach: “So di cosa sono capaci questi ragazzi e l’unica cosa che voglio è cerchino di migliorarsi. Mi rivedo in ognuno di loro. Questo sono io”.

“Sono felice. Sono felice del fatto che i miei compagni mi vogliano qui e che l’organizzazione mi voglia qui”. Poi Butler, 14.7 punti, 7.3 assist e 7 rimbalzi di media, getta uno sguardo anche al passato: “Non dico che a Philadelphia non stessi bene, avevamo grandi giocatori e io continui a parlare con Joel [Embiid] ogni giorno”.

Per chi si fosse chiesto chi abbia guadagnato nello scambio Heat-76ers forse la risposta è entrambi, visto che Philadelphia è l’unica franchigia rimasta imbattuta al momento, mentre Miami, che ha un record di 5-1, rappresenta una delle più grandi sorprese di questo inizio di RS.

Alessandro Colonnello

21 anni. Studente di Economia al secondo anno con la passione per lettura, film e, soprattutto, basket. Finto giornalaio amante dei San Antonio Spurs e con un debole per Rajon Rondo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *