Irving e il cinquantello da record all’esordio. Nets battuti, però, dai Twolves all’OT

Irving e il cinquantello da record all’esordio. Nets battuti, però, dai Twolves all’OT

Inizia con una sconfitta la nuova avventura di Kyrie Irving con i Brooklyn Nets, eppure quella vissuta dal numero 11 è stata una serata particolare.

Irving, infatti, è diventato, nella storia della NBA, il giocatore a segnare il maggior numero di punti nella sua partita d’esordio con una nuova squadra. Sono 50, infatti, i punti messi a tabellino dall’ex-Celtics a cui si sommano anche 8 rimbalzi, 7 assist e zero palle perse.

Una stat-line incredibile che, a partire dalla stagione 1977-78, anno di introduzione della voce statistica “turnovers”, non era mai stata fatta registrare da nessuno. Inoltre, Irving diventa anche il terzo giocatore della storia con più punti segnati nella prima partita di una nuova stagione, dietro a Michael Jordan (54) e Elgin Baylor (52).

“È stato veramente incredibile”, queste le parole di Irving ai microfoni nel post-partita. “Siamo tristi, però, per il risultato, ma abbiamo l’opportunità di rifarci subito giovedì”, sì perché il cinquantello di Irving è risultato inutile ai fini del risultato, con i Nets battuti per 126-127 dai Minnesota Timberwolves dopo un tempo supplementare.

Alessandro Colonnello

21 anni. Studente di Economia al secondo anno con la passione per lettura, film e, soprattutto, basket. Finto giornalaio amante dei San Antonio Spurs e con un debole per Rajon Rondo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *