Michael Jordan su Curry: “Non è ancora da Hall Of Fame”

Michael Jordan su Curry: “Non è ancora da Hall Of Fame”

Stephen Curry, una delle point-guard più forti della Lega, è arrivato ormai alla sua decima stagione in NBA. Guardando indietro, questi nove anni sono stati per Steph ricchi di tutti quei traguardi più ambiti nel mondo del basket. È stato eletto 2 due volte MVP, è stato convocato 6 volte all’All-Star Game, ha riscritto completamente ogni tipo di record sul tiro dall’arco e, infine, ha vinto tre NBA Finals con i Golden State Warriors da assoluto protagonista.

Lui stesso è diventato un punto di riferimento per molti giovani cestisti che giocano nel suo ruolo. Tutti questi fattori messi assieme non dovrebbero destare dubbi sulla sua eleggibilità a Hall of Famer. Il “tempio” che raccoglie i più grandi di sempre.

Ma proprio il più forte di sempre, Michael Jordan, non è d’accordo su questo punto, che ha infatti detto ad un’intervista ad NBC: “Lui è un gran giocatore, ma per ora, non è ancora da Hall of Fame”

Questa dichiarazione da parte di MJ è molto forte, perché proprio Curry gli assomiglia più di quanto crediamo. Esattamente come la stella dei Bulls negli anni 80/90, Steph ha cambiato il modo stesso di giocare all’interno dell’NBA. Un giocatore che riesce a sovvertire gli schemi di prima e portare all’interno del gioco l’usanza di provare sempre di più il tiro da tre e metterlo nelle condizioni di essere anche la tattica cruciale per il raggiungimento della vittoria di una partita come può non essere candidabile a priori ad essere riconosciuto tra i migliori di sempre?

Martino Luigi Cavallaro

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *