Tampering, “passi” e presentazione dei quintetti: le nuove regole NBA

Tampering, “passi” e presentazione dei quintetti: le nuove regole NBA

Dopo una settimana di ‘trattative’, la Lega ieri nei panni del NBA Board of Governors ha introdotto delle nuove regole per la stagione in arrivo: i due temi principali sono stati una politica anti-tampering e ‘i passi’.

Per quanto riguarda il tampering che, per chi non lo sapesse, è quella pratica che vedeva alcune squadre stringere accordi verbali con i giocatori prima dell’inizio della free-agency, la Lega ha introdotto alcune multe che dovrebbero far sì che questo fenomeno non si verifichi più: ci potranno essere, infatti, sia sanzioni fino a 10 milioni di dollari (per squadre e dirigenti), che eventuali inibizioni dalla partecipazione al Draft o anche l’annullamento dei contratti stessi.

Per quanto riguarda, invece, l’infrazione di ‘passi’, la NBA Board of Governors non ha cambiato la sostanza della regola, ma ha cercato di ridurre il gap che c’era tra la norma scritta e la sua effettiva applicazione in campo. Ad esempio, la Lega non aveva mai mai dato una vera è propria definizione di possesso (‘gather’), che però è fondamentale nell’ottica della violazione di passi.

Ecco allora che, dall’anno prossimo, un giocatore verrà ritenuto in possesso del pallone:

  1. Qualora abbia ricevuto un passaggio o rubato un pallone ad un avversario, nel punto in cui ha avuto sufficiente controllo del pallone per poterlo stoppare, cambiare mano, passare o tirare.
  2. Qualora, invece, stia palleggiando, a seguito di una delle seguenti azioni:
    1. Mettendo due mani sul pallone,
    2. Mettendo una mano sotto il pallone e fermandola,
    3. Avendo sufficiente controllo per stoppare, cambiare mano, passare o tirare.

Questa nuova definizione di possesso sarà utile per chiarire quando un giocatore commetterà infrazione di passi:

  1. Un giocatore, essendo in possesso del pallone, (a) avendolo preso in corsa, potrà fare due passi per fermarsi, passare o tirare, oppure, (b) qualora non avesse iniziato a palleggiare, fare un ulteriore passo prima di cominciare il palleggio.
  2. Il primo passo è tale quando un piede, o entrambi i piedi, toccano il pavimento dopo che il giocatore ha raccolto la palla.

L’ultimo punto approvato dal NBA Board of Governors è stato quello sull’orario di presentazione dei quintetti iniziali: le squadre, infatti, dovranno farlo 30 minuti prima dell’incontro e non più 10.

Alessandro Colonnello

21 anni. Studente di Economia al secondo anno con la passione per lettura, film e, soprattutto, basket. Finto giornalaio amante dei San Antonio Spurs e con un debole per Rajon Rondo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *