NBA All-Decade Team: Second Team

NBA All-Decade Team: Second Team

Con la vittoria dell’anello da parte dei Toronto Raptors non più di due mesi fa si è conclusa un’altra decade di basket NBA. Ecco, allora, che in molti si stanno divertendo a creare i tre migliori quintetti degli ultimi dieci anni di pallacanestro d’oltreoceano e, quindi, anche noi abbiamo pensato di fare lo stesso.

Come doverosa promessa va ricordato che questa è una classifica soggettiva e che, inoltre, i giocatori sono stati selezionati tenendo conto delle regole di scelta valide anche per l’All-Star Game, due giocatori del backcourt e tre del frountcourt, soprassedendo sulle distinzioni tra playmaker, guardie, ali piccole, ali grandi e centri.

Ieri abbiamo analizzato il nostro THIRD TEAM (che trovate -> CLICCANDO QUI <-), oggi è il turno del ALL-DECADE SECOND TEAM.

 

RUSSELL WESTBROOK

Pochi giocatori hanno diviso l’opinione pubblica come ha fatto nell’ultimo decennio Russell Westbrook, quello che rimane innegabile è, però, il suo impatto sulla Lega negli anni ’10 di questo millennio e il fatto di aver riscritto record che sembravano inarrivabili fino a qualche anno fa. 42 triple doppie (con l’ultima incredibile da 50 punti più il tiro della vittoria) nella stagione 2016-17, quella finita, poi, con la vittoria del premio di MVP della regular-season, 138 totali in carriera con Oscar Robertson (181) nel mirino, 8 volte All-Star e 2 volte MVP della manifestazione, 8 volte nei quintetti NBA, 2 volte miglior marcatore della Lega e 2 volte miglior assistman. Manca sicuramente l’anello, quello solo sfiorato con i Thunder nel 2012 in squadra con Kevin Durant e James Harden, che dalla prossima stagione troverà in maglia Houston Rockets, dopo undici anni, la sua nuova casa.

Risultati immagini per chris paul clippers
Chris Paul.

 

CHRIS PAUL

Anche quella di CP3 è una carriera a cui per troppe volte è mancato il lieto fine, quel anello per cui, per un motivo o per l’altro, non è mai riuscito a combattere, eppure il significato e il ruolo che ha ricoperto nella NBA di questo decennio non possono passare in second’ordine. Il presidente dell’associazione giocatori è stato uno dei giocatori più completi e divertenti da vedere in questi dieci anni di basket come dimostrano le 7 convocazione per l’ASG, di cui è stato MVP nel 2013, le 13 volte in cui è stato scelto per i migliori quintetti NBA (6 in quelli All-NBA e 7 in quelli All-Defensive), le 2 stagioni in cui è stato il miglior assistman e le 4 da giocatore con più palle rubate della Lega.

Risultati immagini per russell westbrook
Russell Westbrook.

 

BLAKE GRIFFIN

L’inizio della carriera di Blake è coincisa con l’inizio degli anni 2010 come dimostra il premio di Rookie Of the Year vinto dall’allora ala dei Los Angeles Clippers nel 2011, anno in cui venne convocato anche per l’All-Star Game, uno dei sei giocatori ad esserlo nel primo anno di attività in NBA dal 1990 in poi. Un’annata ancor più da incorniciare per Griffin se si pensa che in quella stagione vinse anche lo Slam Dunk Contest con una delle più belle prestazioni di sempre. Da allora il clamore intorno a lui si è un po’ placato per ritornare giustamente ad essere in auge in questa stagione, quella in cui Griffin si è trasformato in giocare a tutto tondo, scrollandosi di dosso l’etichetta di semplice freak atletico e guadagnandosi di nuovo l’ASG (sesta convocazione totale) e l’inclusione nei migliori quintetti NBA (quinta volta in carriera).

Risultati immagini per blake griffin
Blake Griffin.

 

ANTHONY DAVIS

Causa ultima stagione molto sottotono, per i numerosi problemi legati alla sua cessione, in molti sembrano aver momentaneamente accantonato The Brow. La prima scelta assoluta del Draft 2012 ha ancora molto da dimostrare (e il suo arrivo a LA, sponda Lakers, sembra essere il modo giusto per farlo), ma quanto fatto nei suoi primi anni 7 anni nella Lega non ha molti eguali. Se si esclude la passata stagione, nei 5 anni precedenti solo cinque giocatori hanno segnato più di lui, solo quattro hanno raccolto più rimbalzi e nessuno ha stoppato quanto lui. AD ha fatto registrare più di 20 punti e più di 10 rimbalzi di media nelle ultime 6 stagioni, impreziosite dalle 6 convocazione per l’ASG (di cui è stato MVP nel 2017, anno in cui ha fatto registrare anche il record di punti della manifestazione), dai 3 titoli di miglior stoppatore e all’inclusione in 6 dei migliori quintetti stagionali (3 volte All-NBA e 3 volte All-Defensive).

Risultati immagini per anthony davis
Anthony Davis.

 

CARMELO ANTHONY

Qui torniamo nella sfera di giocatori che potevano essere, ma non sono stati. O perlomeno non sono stati a livello di squadra. Sì perchè, se si escludono Kevin Durant e LeBron James, nessun giocatore di frountcourt ha segnato più di Melo negli ultimi 10 anni. Un decennio travagliato, partito con grandi aspettative e pazzesche prestazioni invidiali alle quali, purtroppo non hanno dato seguito i risultati della franchigia di appartenenza. Vero è che Nuggets, Knicks, Thunder e Rockets non sono mai riusciti a portare l’anello a Melo, ma è altrettanto vero anche il contrario. Anthony si accontenta delle 8 convocazioni per l’ASG, delle 3 volte in cui è stato inserito nei migliori quintetti NBA e del titolo di miglior marcatore della Lega nel 2013, in attesa di trovare una squadra che gli dia ancora fiducia.

Risultati immagini per carmelo anthony knicks
Carmelo Anthony.

Alessandro Colonnello

21 anni. Studente di Economia al secondo anno con la passione per lettura, film e, soprattutto, basket. Finto giornalaio amante dei San Antonio Spurs e con un debole per Rajon Rondo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *