Italia a due facce: va sotto di 26, poi batte 94-89 il Portorico al supplementare!

Italia a due facce: va sotto di 26, poi batte 94-89 il Portorico al supplementare!

Finisce con una vittoria sudatissima il cammino azzurro nel Mondiale cinese. Il Portorico mette sotto l’Italia per 20 minuti, arriva anche sul +26, ma poi subisce la reazione d’orgoglio di Belinelli (27 punti), Gallinari (22) e di tutta la panchina azzurra, che prima impattano, poi sorpassano e poi si fanno mandare al supplementare. Gli ultimi 5 minuti danno agli Azzurri la terza vittoria nel torneo e il pass per il pre-olimpico, vanificati, però, dalle due sconfitte con Spagna e Serbia.

LA PARTITA – È un’Italia spenta quella che, priva per noie muscolari sia di capitan Datome che di Gentile, entra in campo per affrontare il Portorico nell’ultima partita del Mondiale 2019 in Cina. I primi due quarti sono un monologo dei sudamericani che dominano a rimbalzo (20-9 nei primi venti minuti), in area (16/26 nel pitturato) e sfruttano l’inizio ‘no’ degli Azzurri al tiro da tre (2/12 dall’arco) per volare sul 46-26 con il quale si va al riposo lungo.

La partita cambia al minuto 4 del terzo quarto, quando, sul secondo e ultimo canestro dal campo di Pineiro, gli Azzurri si ritrovano sotto di 26 punti: l’Italia torna, improvvisamente, una pallacanestro offensiva più ordinata e stringe le viti in difesa grazie all’apporto in uscita dalla panchina di Filloy e, soprattutto, di Tessitori. Il parzialone da 17-5 degli ultimi 6 minuti del quarto e quello che fa rientrare prepotentemente la squadra di Sacchetti in partita. Efficienza offensiva che continua anche all’inizio dell’ultimo quarto grazie ad un ritrovato Belinelli, che trascina l’Italia all’ennesimo parziale da 25-4, quello che culmina con il canestro di un Tessitori perfetto dal campo e che dà agli Azzurri un insperato +7.

A questo punto, però, la partita cambia ancora con il Portorico che non ci sta e ricuce lo strappo fino al -4 ad un minuto dal termine, cavalcando Balkman e Rodriguez. Il play del Portorico sfrutta al meglio gli errori degli Azzurri e un finale indecifrabile per impattare a quota 84, ma deraglia nell’ultimo possesso offensivo consegnando a Gallinari l’ultima preghiera da centrocampo che, purtroppo, si spegne sul ferro.

Nel supplementare gli Azzurri sono più lucidi e arrivano sul 90-85 con il canestro di un positivo Abass, vantaggio mantenuto fino al termine grazie ai 4 liberi segnati dai soliti Belinelli e Gallinari, che firmano il 94-89 e regalano un insperato successo, per come si era messo l’incontro, a coach Sacchetti.

Alessandro Colonnello

21 anni. Studente di Economia al secondo anno con la passione per lettura, film e, soprattutto, basket. Finto giornalaio amante dei San Antonio Spurs e con un debole per Rajon Rondo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *