La scacchiera di New York potrebbe arricchirsi di nuove pedine

La scacchiera di New York potrebbe arricchirsi di nuove pedine

Per Marc Spears della celebre testata giornalistica “The Undefeated”, i Knicks sarebbero concentrati soprattutto su tre nomi per la free-agency: Nikola Vucevic, DeMarcus Cousins e Tobias Harris. Questi ultimi proprio quest’estate diventeranno free agent e questo permetterebbe loro di lasciare le proprie franchigie per approdare a New York.

Sia Vucevic che Harris possono richiedere un contratto al massimo salariale mentre DMC dovrà accontentarsi ancora una volta di un accordo sullo stipendio ai “minimi” termini per via dei continui problemi fisici. Sappiamo che la società newyorkese ha spazio salariale per due max-contract in questa finestra di mercato e sicuramente le loro speranze inizialmente erano quelle di riempire i due slot con i nomi di Kyrie Irving e Kevin Durant.

Per quanto riguarda Harris non ci sarebbero problemi di ambientamento essendo cresciuto a New York ed avendo giocato già in due mercati importanti come quelli di Los Angeles e Philadelphia, dai quali nella scorsa stagione ha messo in piedi una media di 20 punti, 8 rimbalzi e 2.8 assist a partita, dimostrando di essere un giocatore estremamente funzionale. Per il centro dei Magic, invece, c’è l’interessamento anche da parte dei Mavs e dei Kings, ma non è da escludere il rinnovo contrattuale con la franchigia che ha basato su di lui il progetto della passata stagione, quella del ritorno ai play-off. Infine, per Cousins il discorso è un incognita, sia per le sue condizioni fisiche che per il reale interessamento del numero 0 di lasciare la Baia. Staremo a vedere.

Altri due nomi accostati al team della “Grande Mela”, oltre quelli dei gemelli Morris e di Julius Randle, venuti fuori nelle ultime ore sono quelli degli ormai veterani Vince Carter e Carmelo Anthony, un discorso che però sarebbe più di cuore (soprattutto per quanto riguarda Melo) che effettivamente tecnico, con i due veterani che non potrebbero garantire più di tanto sul parquet.

Martino Luigi Cavallaro

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *