I migliori (o peggiori) momenti NBA di Drake

I migliori (o peggiori) momenti NBA di Drake

Da quando è diventato l’ambasciatore globale ufficiale dei Toronto Raptors all’inizio della stagione 2013-14, Drake è diventato probabilmente il più grande supertifoso della Lega dopo Spike Lee. Le sue gesta a bordocampo hanno prodotto diversi momenti indimenticabili (dal lint-rolling del suo abbigliamento alla lite con Kendrick Perkins).

Arriva puntuale, quindi, la lista dei migliori (o peggiori) momenti del fan più controverso degli ultimi tempi.

  • 2014, First Round, Game-2 vs. Nets. Questa partita è importante per la storia di Toronto perchè rappresenta la prima vittoria ai play-off della franchigia canadese dopo 6 anni, eppure è passata alla storia per essere quella in cui Drake mise in piedi la sua scena più celebre a bordocampo. Siamo a metà primo quarto, Lowry sta portando palla, ma gli occhi vanno tutti su Drake che in prima fila è impegnato a passare un mangiapelucchi (“lint-roller”) sui suoi pantaloni. È l’inizio della leggenda.

 

  • 2016, All-Star Game. Siamo all’ultimo All-Star Game di Kobe Bryant, il Mamba va in attacco dove si trova accoppiato con LeBron James. È il più classico passaggio di consegne. Il 23 e il 24. Il momento viene immortalato immediatamente, ma… c’è un ospite indesiderato nella foto: è il rapper canadese che, forse, rovina una della più belle foto della storia recente della NBA.
Risultati immagini per kobe bryant lebron james drake
Kobe, LeBron e… Drake.

 

  • 2016, RS, vs. Bulls. Chicago Bulls sopra di 3 a 25 secondi dal termine e palla in mano a Justin Holiday che deve effettuare la rimessa. Purtroppo per lui nei paraggi c’è Drake che comincia a parlargli insistentemente, risultato? Infrazione di 5 secondi e palla ai Raptors. Drake esulta in faccia a dei Bulls attoniti. Risultato finale? Toronto perde comunque.

 

  • 2016, First Round, Game-5 vs. Pacers. Ancora play-off, il periodo dell’anno in cui la palla inizia a pesare veramente. Pesa forse troppo a Rodney Stuckey, che ne perde una banalissima a metà campo, beccandosi l’applauso a distanza piuttosto ravvicinata da Drake.

 

  • 2018, RS, vs. Warriors. Dopo un episodio di un paio di anni prima, Kevin Durant si ritrova ancora ad essere vittima di Drake. KD prova una schiacciata che si infrange sul secondo ferro e tornando nella metà campo difensiva viene accolto dal “That was trash!” del rapper canadese.

 

  • 2018. Eastern Semifinals, Game-2 vs. Wizards. Dopo aver promesso a John Wall tramite Instagram che i Raptors lo avrebbero battuto di 20 in gara-2 (la partita finirà poi 130-119 per Toronto), Drake torna alla carica e in partità apostrofa Kelly Oubre Jr. con un “bum” (fallito, poveraccio).

 

  • 2019. Eastern Semifinals, Game-5 vs. 76ers. Siamo arrivati al presente: un paio di settimana fa è diventata virale l’esultanza con l’aeroplano di Drake durante la quinta partita della serie, finita poi 125-89. Il motivo del gesto? Imitare l’esultanza proposta da Joel Embiid, avversario nella serie, qualche partita prima. Questa volta anche tutto il pubblico canadese apprezza.

 

  • 2019. Eastern Finals. Game-3/Game-4 vs. Bucks. L’ultima “vittima” di Drake è Giannis Antetokounmpo. Il rapper canadese ha salutato Giannis dopo che la stella dei Milwaukee Bucks è dovuta uscire per falli nella partita del doppio supplementare ed è stato inquadrato mentre rideva in modo piuttosto vistoso dopo un airball dalla lunetta dello stesso Antetokounmpo.

Alessandro Colonnello

21 anni. Studente di Economia al secondo anno con la passione per lettura, film e, soprattutto, basket. Finto giornalaio amante dei San Antonio Spurs e con un debole per Rajon Rondo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *