I Lakers sperano di attirare Antetokounmpo con Jason Kidd

I Lakers sperano di attirare Antetokounmpo con Jason Kidd

I Los Angeles Lakers hanno fatto sollevare più di qualche sopracciglio quando hanno insistito per assumere Jason Kidd come assistente principale di Vogel, il nuovo head-coach dei gialloviola. A quanto pare, invece, lo hanno fatto per una buona ragione per farlo.

Secondo quando riportato da Steve Popper di NewsDay, uno dei motivi principali per cui i Lakers hanno scelto Kidd come assistente è quello di poter aver un ruolo importante per cercare di reclutare Giannis Antetokounmpo una volta che il giocatore dei Milwaukee Bucks diventerà free-agent nel 2021.

“È solo una speculazione in questo momento, ma una persona mi ha chiesto se sapevo perché Kidd era lì e io ho risposto per il suo rapporto con LeBron James o per le sue capacità di fare da tutor a Lonzo Ball. La persona, che è vicino agli ambienti Lakers, invece, ha detto qualcos’altro e cioè che Kidd è stato portato a Los Angeles per attrarre Giannis Antetokounmpo ai Lakers quando diventerà free-agent tra due anni”.

Antetokounmpo attualmente ha guidato i suoi Bucks sul 2-1 Finali della Eastern Conference contro i Toronto Raptors ed è il principale candidato a diventare l’MVP della regular season; questo lo rende, a maggio ragione, un obiettivo interessante per i Lakers anche perchè nel 2021 Giannis avrà solo 26 anni.

Non è chiaro quanto effettivamente siano reali queste voci, per ora, Kidd può concentrarsi sull’aiutare LeBron James a vincere un titolo a Los Angeles e guidare Lonzo Ball nel tentativo di diventare un playmaker d’élite. Se sarà ancora un Purple and Gold tra due anni, allora la notizia non sembrerà più tanto un’utopia.

Alessandro Colonnello

21 anni. Studente di Economia al secondo anno con la passione per lettura, film e, soprattutto, basket. Finto giornalaio amante dei San Antonio Spurs e con un debole per Rajon Rondo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *