Portland sbanca il Pepsi Center: serie sul 1-1.

Portland sbanca il Pepsi Center: serie sul 1-1.

(1) DENVER NUGGETS 90-97 PORTLAND TRAIL BLAZERS (1)

Dopo aver vinto una delle due partite in trasferta nella serie contro i Thunder, i Blazers vincono anche al Pepsi Center di Denver, nonostante la serata opaca di Damian Lillard. Portland parte subito forte e con un mini-parziale da 10-0 mette subito la testa avanti dopo 6 minuti dall’inizio del primo quarto sul 17-10; la situazione non cambia nel secondo periodo con i Nuggets che, incapaci di trovare con continuità il fondo della retina (0/10 dall’arco nel secondo quarto) e causa 12 punti complessivi nei secondi 12 minuti di partita, crollano fino al -15 con il quale si chiude il primo tempo (35-50). Al rientro degli spogliatoi entrambe le squadre sembrano aver ritrovato un minimo di fluidità offensiva, dopo le non eccezionali medie della prima parte dell’incontro (Portland 20/48; Denver 14/43), e, in particolare, i Nuggets provano a riportarsi sotto grazie ai soliti Jamal Murray, Paul Millsap Gary Harris, riuscendo a dimezzare anche lo svantaggio (58-66). E qui che Portland dimostra di essere una delle squadre più unite della Lega, rispondendo con un parziale di 8-0, firmato Enes Kanter e Al-Farouq Aminu, che riporta i Blazers ancora sul +13, lo stesso vantaggio con cui si chiude anche il terzo quarto. Negli ultimi 12 minuti di gioco c’è un fattore inaspettato: i Nuggets prendono il completo controllo dei tabelloni, fino a quel momento appannaggio di Portland (38-30), e raccolgono 24 rimbalzi (contro i 9 dei Blazers), di cui 14 offensivi, che danno a Denver doppie chance che, però, i padroni di casa non riescono a sfruttare, continuando a tirare malissimo (9/24 da due, 1/7 da tre) e mandando all’aria ogni tipo di velleità di rimonta, arrivata al massimo sul -5. Vincono 97-90 i Blazers, pareggiando la serie sul 1-1. Serie che, ora si sposta Oregon, dove Portland, al momento, è ancora imbattuta.

Alessandro Colonnello

21 anni. Studente di Economia al secondo anno con la passione per lettura, film e, soprattutto, basket. Finto giornalaio amante dei San Antonio Spurs e con un debole per Rajon Rondo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *