Impresa Magic a Toronto. Spurs a sorpresa sui Nuggets. Curry stende i Clippers.

Impresa Magic a Toronto. Spurs a sorpresa sui Nuggets. Curry stende i Clippers.

(0) TORONTO RAPTORS 101-104 ORLANDO MAGIC (1)

Tutti si aspettavano un primo turno ad Est noioso e, invece, le sorprese non finiscono con la vittoria di Brooklyn a Philadelphia (trovate il riassunto cliccando qui). L’impresa la fanno anche gli Orlando Magic che vanno a vincere a Toronto dopo una partita equilibratissima. Non è bastato l’arrivo di Kawhi Leonard a sfatare la maledizione dei Raptors ai play-off, affossati da una pessima giornata al tiro e da un Kyle Lowry come al solito irriconoscibile quando il pallone inizia a scottare. Serata magica, invece, per i ragazzi di coach Clifford che si prendono il fattore campo cavalcando la prestazione fantastica di un DJ Augustin da 25 punti, inclusa la tripla decisiva del definitivo 104-101, e una difesa, vera arma tattica di Orlando, che ha tenuto i Raptors al 40% dal campo. Partita caratterizzata da due mega parziali, il primo è quello dei Magic, che strattonano la partita nel secondo quarto arrivando fino al 57-41, il secondo è quello con cui Toronto, guidata da Leonard e Pascal Siakam, si rifà sotto e poi sorpassa a fine terzo quarto. Gli ultimi 12 minuti sono tiratissimi e premiano la maggiore lucidità dei Magic, che trovano così la prima vittoria ai playoff degli ultimi 7 anni.

Toronto Raptors: Leonard 25 (7/13 da 2, 3/5 da 3, 2/3 tl), Siakam 24, VanVleet 14. Rimbalzi: Siakam 9. Assist: Lowry 8.
Orlando Magic: Augustin 25 (5/8 da 2, 4/5 da 3, 3/4 tl), Fournier 16, Isaac 11, Vucevic 11. Rimbalzi: Gordon 10. Assist: Augustin 6.

 

(1) GOLDEN STATE WARRIORS 121-104 LOS ANGELES CLIPPERS (0)

Nessuna sorpresa nella partita della Oracle Arena, vinta dopo una partita comunque godevolissima, dai campioni in carica della Baia. Subito 36-27 Warriors alla prima sirena grazie ai 13 punti con 5/5 dal campo di Draymond Green, poi si svegliano i Clippers che provano a ribaltare la partita con un parziale di 15-2, spinti da Montrez Harrell e Lou Williams. A fine primo tempo, però, si scatena Steph Curry, che con 12 punti di fila dà ai Warriors il vantaggio per 69-56 con cui si va negli spogliatoi.  Danilo Gallinari segna i primi 5 punti della ripresa, riportando il divario sotto la doppia cifra, ma i Warriors alzano i giri e stavolta nemmeno la panchina riesce a tenere a contatto i Clippers: 21-8 di parziale subito che sprofondare i losangelini sul -19. Gli uomini di Doc Rivers provano comunque a rimanere attaccati, ma Golden State trascinata da Curry rimane sempre a distanza di sicurezza e riprende da dove aveva lasciato un anno fa.

Golden State Warriors: Curry 38 (4/4 da 2, 8/12 da 3, 8/9 tl), Durant 23, Green 17. Rimbalzi: Curry 15. Assist: Curry 7, Green 7
Los Anglese Clippers: Harrell 26 (11/15 da 2, 4/8 tl), Williams 25, Gilgeous-Alexander 18. Rimbalzi: Gallinari 8. Assist: Williams 9.

 

(0) DENVER NUGGETS 96-101 SAN ANTONIO SPURS (1)

Quello che tutti chiedevano agli Spurs per rendere combattuta la serie era la vittoria in trasferta in una delle due partite a Denver e la W è arrivata al termine di una partita in cui gli Speroni sono partiti forte, mettendo pressione sui Nuggets, che pagano l’inesperienza più del dovuto, sbagliando di tutto nel finale. I texani alla fine vincono grazie alla difesa, inguardabile durante la stagione regolare, ma tornata a funzionare nella prima uscita dei PO. Denver fatica tantissimo, tira 6/28 dall’arco, e, pur rimanendo incollata a San Antonio, con DeRozan e Aldridge in chiaroscuro, non trova mai la zampata del sorpasso. Nikola Jokic chiude in tripla doppia la sua prima partita di post-season, ma tira appena 9 volte, troppo poco; ne prende, invece, di tiri e responsabilità Jamal Murray (dopo aver riportato i suoi sul -1), purtroppo però nessuno trova il fondo della retina, a questo si aggiunge la sanguinosa palla persa sull’ultimo possesso della partita (e successivo fallo su Derrick White, fondamentale su entrambi i lati del campo) che di fatto condanna i Nuggets.

Denver Nuggets: Harris 20 (6/9 da 2, 1/3 da tre, 5/5 tl), Murray 17, Barton 15. Rimbalzi: Jokic 14. Assist: Jokic 14.
San Antonio Spurs: DeRozan 18 (6/17 da 2, 6/8 tl), White 16, Aldridge/Forbes 15. Rimbalzi: DeRozan 12. Assist: DeRozan 6.

Alessandro Colonnello

21 anni. Studente di Economia al secondo anno con la passione per lettura, film e, soprattutto, basket. Finto giornalaio amante dei San Antonio Spurs e con un debole per Rajon Rondo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *