Play-Off Preview: Detroit Pistons

Play-Off Preview: Detroit Pistons

RECORD: 41-41

STELLA: Se i Detroit Pistons sono riusciti ad arrivare ai play-off lo devono quasi esclusivamente alla stagione spettacolare di Blake Griffin. Un dato riassume più di tutti l’evoluzione di un ragazzo che, fino a un paio di anni fa, era considerato esclusivamente un freak atletico: in questa stagione Griffin ha segnato 189 triple, 8 otto in più di quelle fatte registrare in tutte le precedenti otto stagioni cumulate. L’estenuante lavoro estivo a cui si è sottoposto il numero #23 della Mo-Town ha dato dei frutti insperati, trasformando un semplice (ma esplosivo) bloccante sui pick ‘n roll, in un giocatore capace di costruirsi una tripla dal palleggio (Griffin è terzo nella Lega per triple in step-back dietro Harden e Doncic), oltre che in un leader vocale e tecnico che neanche i più ottimisti avrebbero potuto immaginare.

Risultati immagini per blake griffin
Blake Griffin.

PUNTO FORTE: La difesa messa in piedi da coach Casey sembra aver funzionato abbastanza bene durante questa stagione con i Pistons che hanno tenuto i loro avversari a 107.3 punti di media a partita, basata anche sulla particolare propensione della squadra del Michigan a sporcare i tiri dall’arco (nella Lega nessuno subisce meno triple). Andre Drummond dopo l’All-Star Game ha ripreso a giocare bene, dopo una prima parte di stagione disastrosa, come dimostra anche il 100.3 di defensive rating (terzo nella Lega), quello che non ha mai smesso di fare è essere una macchina da rimbalzi, visto che per il terzo anno consecutivo è stato il miglior rimbalzista della Lega. Quello dei rimbalzi è un altro punto forte dei Pistons che, oltre a concederne pochi agli avversari, ne prendono tantissimi anche in attacco, proprio grazie al centro americano, che per la sesta volta di fila è il migliore della Lega in questa voce statistica.

PUNTO DEBOLE: Tutto ciò che non è stato citato nei due punti precedenti a Detroit non funziona. Al tiro i Pistons, Griffin escluso, sono la penultima squadra della Lega (44% dal campo); in nessuna voce statistica si arriva ad un buon livello: i tiri da due sono al 50% (27esimi), i tiri da tre sono al 34.8% (23esimi) e i tiri liberi al 74.7% (23esimi). La circolazione di palla non è fluida (22.5 assist a partita, 26esimi in NBA) e mancano delle alternative al talento di Griffin.

ALLENATORE: Difficile fare meglio di così con questo roster, soprattutto alla luce del fatto che fino a un anno fa Dwane Casey allenava la miglior squadra della RS a Est e ora ha appena portato dei poco talentuosi Pistons ai play-off (sebbene il livello di competizione non fosse altissimo). Casey è un allenatore da stagione regolare, periodo nel quale, in n modo o nell’altro trova sempre il modo di far giocare a pallacanestro le proprio squadre, ma se nella passata stagione con i Raptors gli fu chiesto di arrivare il più avanti possibile, quest’anno il suo obiettivo lo ha già raggiunto e un’eventuale (e molto probabile) eliminazione lampo non macchierebbe il suo status.

Risultati immagini per dwane casey
Dwane Casey.

OBIETTIVO: Riuscire a strappare una partita ai Milwaukee Bucks potrebbe essere già un grandissimo risultato, pensare di creare una serie competitiva sarebbe un miracolo, mentre, passare il turno un’utopia veramente irrealizzabile.

AVVERSARIO: Milwaukee Bucks (clicca qui per la loro preview)

PRONOSTICO: MIL 4-0 DET

 

Tutte le preview delle altre squadre NBA le trovate -> qui <-

Alessandro Colonnello

21 anni. Studente di Economia al secondo anno con la passione per lettura, film e, soprattutto, basket. Finto giornalaio amante dei San Antonio Spurs e con un debole per Rajon Rondo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *