Play-Off Preview: Portland Trail Blazers

Play-Off Preview: Portland Trail Blazers

RECORD STAGIONALE: 53-29

STELLA: Come essere un Top-10 della Lega, senza che nessuno parli mai di te, insegna Damian Lillard. Ci troviamo di fronte ad uno dei player più sottovalutati della storia di questo gioco, eppure siamo al cospetto di un 4 volte All-Star, Rookie of the Year, All-NBA First Team la passata stagione e che, anche quest’anno, sta collezionando numeri da urlo: 25.8 punti, 6.3 assist, 4.2 rimbalzi e sole 2.7 palle perse. Insomma, un giocatore di totale affidamento, ormai però troppo spesso nascosto dai riflettori che meriterebbe da tempo. A sorprendere ancora di più della fase offensiva di Dame (terzo nell‘offensive box plus-minus), che resta in assoluto una delle più efficaci di tutta l’NBA, c’è però quella difensiva, dove il nativo di Oakland non era affatto un fenomeno, ma in pochi anni è riuscito a costruirsi una sua credibilità contro gli attacchi avversari, che avvantaggiano e non poco le scelte di Portland nella propria metà campo. Un giocatore completo, in continuo miglioramento. Cosa gli manca? Una buona serie di play-off, giocata ad alti livelli dall’inizio alla fine, senza alti e bassi. Chissà, magari è la volta buona…

Risultati immagini per damian lillard
Damian Lillard.

PUNTO FORTE: Questa squadra sa giocare a pallacanestro, pur con tutti i limiti del roster. I numeri solitamente non mentono, ed anche questo caso non fa eccezione: i Blazers sono sesti per punti segnati e secondi per rimbalzi presi. Dati che fanno capire come in quel di Portland, la scelta di affidare la fase offensiva all’ormai consolidato duo Lillard – McCollum non solo si rivela efficace in termini di punti, con i due che viaggiano quest’anno rispettivamente a 25.8 e 21.0 punti a partita, ma aiutano indirettamente anche i compagni, allargando notevolmente il campo ed aprendo spazi infiniti nel pitturato: a beneficiarne di più sono i lunghi, su tutti Nurkic e Kanter, che da soli prendono quasi il 40% dei rimbalzi totali della squadra, di chi un terzo nella metà campo avversaria.

PUNTO DEBOLE: Tutto quello che si è detto fino ad ora, cade purtroppo dal momento in cui tiriamo in ballo l’infortunio di Jusuf Nurkic. Una mazzata tremenda per lui, che sarà costretto a stare fermo ai box per molto tempo, ed una mazzata ancor più grande per Portland che vede in un solo colpo svanire via tutti i sogni di disputare dei play-off da contender. Certo, dal mercato è, fortunatamente, arrivato Enes Kanter, un giocatore di assoluto affidamento, ma la dimensione difensiva del bosniaco, che stava disputando la sua miglior stagione da questo punto di vista, non può essere sostituita, men che meno da un pessimo difensore come Kanter. Inoltre, l’impatto del turco a partita in corso è stato in questa stagione un fattore non da poco, e trovare ora quei punti dalla panchina rischia di restare un problema senza soluzioni.

ALLENATORE: Ad inizio stagione c’era già chi iniziava a puntate il dito contro Terry Stotts, scommettendo addirittura in un suo licenziamento in caso di ennesimo fallimento da play-off. La squadra, da un anno a questa parte, causa ingolfamento del salary-cap, non è cambiata restando fedele ai propri credi e poggiandosi saldamente sulle spalle del back-court. Portland è una squadra molto ben allenata, che però non può permettersi di continuare a rimanere in questo limbo. Se il destino, come abbiamo già ampiamente detto, ha giocato un brutto scherzo a Portland, la vera domanda che si pongono tutti è: “Quanto tempo resta ancora a questa squadra?”

Risultati immagini per terry stotts
Terry Stotts.

OBIETTIVO: Con tutto il roster sano, nessuno si sarebbe stupito se qui avessimo iniziato a parlare quanto meno di semifinali di Conference. Purtroppo però, non sempre la vita è dolce – mandiamo un grosso in bocca al lupo nel frattempo a Nurkic – quindi, con la più totale razionalità in corpo, diciamo che grosso modo l’obiettivo è evitare lo sweep della passata stagione.

AVVERSARIO: Oklahoma City Thunder  (clicca qui per leggere la loro preview)

PRONOSTICO: POR 2-4 OKC

 

Tutte le preview delle altre squadre NBA le trovate -> qui <-

Claudio Rosa

21 anni, studente all'Università Cattolica del Sacro Cuore, aspirante giornalista ma giornalaio per passione, tifoso Lakers nel tempo libero ed amante occasionale dello stretch four.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *