March Madness: il racconto del primo round

March Madness: il racconto del primo round

Il 28 iniziano i match della Sweet 16 e in attesa della fine del secondo round andiamo a vedere cosa è successo nel primo round.

MIGLIORI PRESTAZIONI:

Ja Morant
Impossibile non partire da lui. Il playmaker All-American dei Murray State Racers ha realizzato la prima tripla doppia del Torneo NCAA da quando Draymond Green ne realizzò una per i Michigan State Spartans nel 2012.
Nonostante il suo status, Morant è entrato nella March Madness come oggetto misterioso per la maggior parte della nazione perché le partite della sua Ohio Valley Conference non vengono trasmesse in Tv. Ha però fatto capire che sarà una probabilissima top5 al prossimo draft mettendo 17 punti, 16 assist e 11 rimbalzi per Murray State che batte per 83-64 Golden Eagles Marquette (n°5).

Jordan Burns
Quest’anno non avrà la possibilità di giocare altre partite in NCAA. I suoi Colgate Raiders sono caduti contro Tennessee Volunteers, una delle favorite per giocare le Final Four.
Burns ha realizzato 32 punti con 12/20 dal campo ed è stato eccezionale da oltre l’arco. Burns ha convertito 8 dei 13 tentativi da 3 punti, incluse alcune bombe da lontanissimo.

TOP MATCH:

Maryland-Belmont
Maryland(n°6) è stata in svantaggio all’inizio della partita e ha resistito ai 35 punti dall’ala senior americana Dyland Windler strappando una vittoria per 79-77 contro il Belmont Bruins(n°11).
Maryland è riuscita a guadagnare il passaggio del turno anche con un pessimo 6 su 22 da tre punti, ma grazie al giovane Jalen Smith (che ha giocato la sua miglior partita della sua carriera con 19 punti-12 rimbalzi e una mostruosa slam dunk) e grazie alla gicoata della seconda guardia Darryl Morsell che ha letto l’ultimo gioco di Belmont e ha intercettato un taglio backdoor con i Bruins in svantaggio per 78-77.

BIGGEST UPSETS:

UC Irvine passa ai danni di Kansas State. Gli Anteater compiono il più grande upset del primo round da seed n°13 e battono Kansas State (seed n°4). UC Irvine ha realizzato una grande prova dall’arco e ha passato meritatamente il turno diventando così la Cenerentola di quest’anno del torneo.

Liberty Flames batte Mississippi La Liberty Flames n°13 era sotto di 10 punti con meno di otto minuti da giocare quando Caleb Homesley ha attivato la modalità “on fire”. La guardia ha segnato 14 dei successivi 16 punti per la Liberty per portare le Flames davanti ai Bulldogs di Mississippi State (n°4) e ha conquistato il passaggio del turno grazie al 80-76 finale.
Homesley ha concluso con 30 punti e career-high.

MIGLIORI CONFERENCE:

Big Ten
Delle 8 squadre della Big Ten solo i Wisconsin Badgers(n°5) non hanno passato il turno. I Minnesota Golden Gophers (seed 10) hanno dominato il primo turno con una vittoria per 86-76 contro i Louisville Cardin n°7 e il resto delle squadre favorite del campionato hanno rispettato le previsioni e hanno passato il turno.

ACC
La Atlantic Coast Conference è la favorita per avere tra le sue squadre il prossimo campione nazionale con tre squadre seed n°1, ma due di queste hanno rischiato di abbandonare prematuramente la competizione. I Virginia Cavaliers e i North Carolina Tar Heels si sono ritrovate entrambe in svantaggio a metà gara ma nel secondo tempo hanno rimontato e vinto le rispettive partite giocate contro due seed n°16.
Tutto bene per Duke con il tandem Zion-Barrett in gran spolvero.
Le uniche squadre della conference a non passare il turno sono stati i Louisville Cardinals n°7 e i Syracuse Orange n°8.

Saverio Lanzillo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *