LeBron e MJ. Il paragone attraverso gli anni e le loro parole.

LeBron e MJ. Il paragone attraverso gli anni e le loro parole.

2001. Il primo incontro.

LeBron James è una giovane star del Liceo che doveva ancora arrivare sul palcoscenico nazionale quando incontra per la prima volta Michael Jordan, che intanto si stava preparando per il ritorno con i Wizards.

“Era una cosa divina, l’ho detto più e più volte, ma è stato come incontrare Dio per la prima volta.”
– LeBron James –
15 dicembre 2018

Risultati immagini per jordan lebron high school

 

2002. LeBron si prende la scena.

Solo un anno dopo, James viene paragonato ai più grandi del gioco e soprannominato “Il Prescelto” sulla copertina di “Sports Illustrated” nonostante fosse solo uno studente alle superiori.

“Ha molto talento, ma è ancora giovane e ci sono molte cose che non conosce”.
– Michael Jordan –
18 gennaio 2002


“Se hai la possibilità di parlare con lui, devi ascoltarlo: molte persone ascoltano più lui che il presidente degli Stati Uniti”.
– LeBron James –
5 novembre 2002

Risultati immagini per jordan lebron high school

 

2003. Fuori Jordan, dentro James.

Questo è stato un cambio della guardia, che Jordan volesse ammetterlo o meno. Jordan ha giocato la sua ultima partita per i Wizards il 16 aprile 2003. Due mesi dopo, James è stato selezionato con la prima scelta assoluta dai Cavaliers. La nuova generazione era arrivata.

“È capace? Sì. Ha le abilità che la maggior parte dei diciottenni non hanno. Ma se lo inserisci nella nostra Lega, penso che sarebbe un giocatore medio in questo momento, ma con il potenziale per essere un giocatore migliore. Ma paragonarlo al livello di Tracy McGrady o di Kobe Bryant sarebbe ingiusto”.
– Michael Jordan –
4 febbraio 2003


“Non sto cercando di essere Jordan, non sto cercando di confrontarmi con Jordan o Magic [Johnson] o [Larry] Bird. Molte persone ci provano, io no. Loro hanno la loro legacy. Io sto cercando di costruire la mia. Conosco Michael, ma voglio essere me stesso. “
– LeBron James –
19 dicembre 2003

Risultati immagini per lebron draft

 

2004-2006. La crescita di James.

Sebbene James abbia minimizzato il confronto con Jordan, è stato costretto ad affrontarlo nuovamente nel 2004, quando ha fatto il suo debutto nel Team USA – indossando quel numero 9 che Jordan aveva utilizzato con il Dream Team del 1992. Legame rafforzato anche quando James si trovò più volte di fronte i Detroit Pistons nella post-season così come era successo a Jordan nei primi anni ’90.

“Penso che stia facendo bene. Ovviamente, voi lo state confrontando con me, così come avete paragonato me a Julius Erving e Oscar Robertson. Ma quello che mi rende fiducioso è che lui fa ciò che è meglio per LeBron e non quello che la gente si aspetta che faccia, cioè di essere Michael Jordan “.
– Michael Jordan –
10 febbraio 2005


“Ho visto le partite di Jordan contro i Pistons. Per diventare il migliore, devi battere i migliori. Potrebbe non succedere il primo anno o il secondo anno o il terzo anno, ma bisogna solo continuare a lavorarci e, si spera, riuscire a superare quell’ostacolo [Jordan] è stato in grado di superare le avversità e superare la bestia. Ed è diventato lui la bestia.
– LeBron James –
9 maggio 2006

Risultati immagini per lebron james 2004 olympics

 

2007. LeBron fa “il salto”.

In gara-5 della Finale della Eastern Conference del 2007, James mette in piedi uno spettacolo di Jordanesco, segnando i 25 punti finali dei Cavaliers per portarli alla vittoria. Due giorni dopo, Cleveland raggiunge le sue prime Finals NBA eliminando i Pistons, la stessa squadra che Jordan aveva superato per raggiungere le sue prime Finali nel 1991. Sebbene James e i Cavs verranno travolti 4-0 dagli Spurs, Jordan sarà complice dei traguardi di James… almeno in parte.

“Quello che è appena successo è qualcosa che sentivo fosse necessario per il campionato, per Cleveland, per LeBron. Fare veramente “il salto” è quando lo fai ogni singola notte. Tutti se lo aspettano da te, e tu lo fai… Non in una partita, non in due. Ogni difesa arriva e si concentra su di te e tu devi incidere ancora nella partita, penso che abbia mostrato di poterlo fare”.
– Michael Jordan –
4 giugno 2007


“Ogni volta che ricevi lodi dal tizio [Jordan ndr.] che fondamentalmente è stato il motivo che ti ha fatto arrivare, è sicuramente fantastico da sentire”.
– LeBron James –
4 giugno 2007

Risultati immagini per lebron james vs detroit

 

2009-2010. “The Decision” e le conseguenze.

“È il miglior giocatore di pallacanestro che abbia mai visto. Se vedi il 23, pensi a Michael Jordan. Se vedi i ragazzi che volano in aria, pensi a Michael Jordan. Se vedi dei tiri vincenti, pensi a Michael Jordan. Ha fatto così tanto, deve essere riconosciuto, e non solo mettendolo nella Hall of Fame. Non può ottenere il logo e allora nessun giocatore NBA dovrebbe indossare il 23. Nessuno.”
– LeBron James –
12 novembre 2009

Così LeBron James accoglie l’entrata di Michael Jordan nella Naismith Hall of Fame dell’aprile 2009, qualche mese dopo lo stesso LBJ, dopo l’uscita per mano dei Boston Celtics nelle Semifinali di Conference, in una trasmissione televisiva in diretta nazionale renderà noto al mondo di aver deciso di “portare i suoi talenti a South Beach”, per formare un superteam con Dwayne Wade e Chris Bosh.

“Non avrei mai chiamato Larry [Bird] o Magic [Johnson] e detto,” Ehi, guarda, uniamoci e facciamo una squadra “. Ma le cose sono cambiate. Non posso dire che sia una brutta cosa, è un’opportunità che hanno questi ragazzi oggi. In tutta onestà, io avrei provato a battere quei ragazzi [Bosh e Wade ndr.]”.
– Michael Jordan –
18 luglio 2010

Risultati immagini per lebron james decision

 

2011. Il fallimento di LeBron alle Finals.

Scottie Pippen, co-protagonista di Jordan nei sei titoli dei Chicago Bulls anni ’90, dichiara che James potrebbe, un giorno, diventare migliore di Jordan. A 26 anni, James era considerato già uno dei migliori giocatori della storia della NBA.

“Sono grato a Scottie, visto che lui che è stato anche suo compagno di squadra e ha visto Michael ogni giorno. Per quanto mi riguarda, però, penso che non sarò mai migliore di Jordan”.
– LeBron James –
28 maggio 2011

Dieci giorni dopo questi commenti, James farà quella che forse rimane la peggior partita della sua carriera: una prestazione da 8 punti complessivi nella decisiva gara-4 delle NBA Finals, perse poi dagli Heat in sei partite contro i Dallas Mavericks.

Risultati immagini per lebron james vs dallas 2011

 

2012-2015. Gli anelli e il dibattito che cresce.

James si rifà l’anno successivo, vincendo il suo primo titolo. Quando però, qualche tempo dopo, viene chiesto a Jordan quale giocatore avrebbe scelto se avesse dovuto creare una squadra da zero tra LeBron James o Kobe Bryant, MJ sceglie l’allora star dei Los Angeles Lakers, che aveva già vinto 5 anelli.

“Se dovessi scegliere tra i due, sarebbe una decisione difficile, ma cinque è meglio di uno. E non dico che [James] non ne otterrà 5. Potrebbe vincerne anche di più, ma al momento cinque sono più di uno. “
– Michael Jordan –
15 febbraio 2013


“Alla fine gli anelli non definiscono sempre la carriera di qualcuno, se è così, allora dovrei dire che prenderei [Bill] Russell invece di Jordan. Ma non lo farei, anche se Russell ha 11 anelli e Jordan ne ha 6. O preferirei Robert Horry a Kobe. Guardate un ragazzo come Jud Buechler, che ha vinto più di un anello, mentre Charles Barkley non ne ha nemmeno uno. Patrick Ewing è uno dei più grandi di tutti i tempi, Reggie Miller anche. A volte è la situazione in cui ti trovi”.
– LeBron James –
16 febbraio 2013


“Guardo Jordan più di chiunque altro. Di sicuro MJ non era perfetto. MJ ha fatto brutte partite, perso palloni. Ma penso che la cosa più bella di MJ sia che lui non ha mai avuto paura di fallire e penso che sia per questo che ha vinto così tanto: non ha mai paura di sbagliare un tiro per vincere nè di perdere un pallone. Questo è uno dei miei più grandi ostacoli: ho paura di fallire, ho talmente tanta voglia di vincere che ho paura di fallire”.
– LeBron James –
19 ottobre 2013

Sebbene James e Jordan non si siano mai incontrati in campo come avversari, sono stati nello stesso palazzetto molte volte, anche durante i playoff del 2014, quando James, a caccia del three-peat dopo aver battuto gli Spurs nel 2013, ha umiliato 4-0 gli Charlotte Bobcats di Jordan. Durante gara-3, poi, c’è stato un episodio, finito poi sotto la lente di molte cordate giornalistiche, nel quale James durante un contropiede si presume abbia guardato Jordan prima di inchiodare la schiacciata.

“No, no, non iniziate. Assolutamente no, assolutamente no, stavo solo controllando se McRoberts voleva rubarmi di nuovo la palla o stopparmi. Non ho assolutamente guardato MJ”.
– LeBron James –
26 aprile 2014

Risultati immagini per lebron james team usa 2004

 

2016-2019. Il rispetto.

“La mia motivazione è questo fantasma che sto inseguendo, il fantasma che ha giocato a Chicago… Penso che sia bello cercare di essere un grande giocatore, ma se potrò mai mettermi in posizione per essere il più grande giocatore di sempre, sarebbe qualcosa di straordinario. “
– LeBron James –
2 agosto 2016


“Penso di essermi innamorato del gioco per colpa di Mike, vedendo solo quello che è stato in grado di realizzare: quando cresci e vedi Michael Jordan, è quasi come un dio. Quindi non ho mai cercato di essere Mike. Ho iniziato a concentrarmi su me stesso perché non avrei mai pensato che potessi arrivare dov’è stato Mike. Ho tirato fadeaways prima di quando dovessi. Indossavo scarpe nere e rosse con calzini bianchi. Non sono diventato calvo come Mike, ma oltre a questo ho fatto tutto quello che Mike ha fatto, ho persino indossato un braccialetto sull’avambraccio. Quindi vedere il mio nome di accostato a quello di Michael Jordan o Kareem [Abdul-Jabbar] è semplicemente fantastico.”
– LeBron James –
26 maggio 2017

Alessandro Colonnello

21 anni. Studente di Economia al secondo anno con la passione per lettura, film e, soprattutto, basket. Finto giornalaio amante dei San Antonio Spurs e con un debole per Rajon Rondo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *