STARTERS by DRAFT PICK: Atlantic Division

STARTERS by DRAFT PICK: Atlantic Division

Negli ultimi anni cercare di avere delle scelte alte al Draft è l’obiettivo di molte franchigie, tramite il disperato tank, soprattutto dopo i verdetti dei primi mesi di stagione regolare. Non sempre, però, avere una squadra composta da scelte di livello significa, di conseguenza, essere competitivi, così come averne una composta da giocatori presi molto in basso al Draft non pregiudica i successi di una franchigia.

Analizzeremo, quindi, in una mini-rubrica da 5 episodi, uno per Division, i quintetti di tutte le squadre NBA per cercare di capire se c’è un’effettiva correlazione tra draft-pick alte e vittorie. Partiamo dalla Atlantic Division,

 

 BOSTON CELTICS:

  • Kyrie Irving: 1^ scelta
  • Marcus Smart: 6^ scelta
  • Jayson Tatum: 3^ scelta
  • Marcus Morris: 14^ scelta
  • Al Horford: 3^ scelta

Scelta media quintetto: 5^

I Boston Celtics sono stati fortunati da questo punto di vista, riuscendo a sfruttare gli effetti della famosissima trade di qualche anno fa, che coinvolse Pierce e Garnett, per usufruire delle scelte dei Brooklyn Nets delle stagioni successive: Tatum e Jaylen Brown (3^ scelta) sono arrivati così. Irving, Horford e Morris, invece, sono approdati in Massachussets via trade, così come Gordon Hayward (9^ scelta).

 

 BROOKLYN NETS:

  • D’Angelo Russell: 2^ scelta
  • Joe Harris: 33^ scelta
  • Caris LeVert: 20^ scelta
  • Treveon Graham: Non draftato
  • Jarrett Allen: 22^ scelta

Scelta media quintetto: 27^

Discorso totalmente inverso, naturalmente, per i Nets che hanno dovuto patire le pene dell’inferno per tornare ad avere un core competitivo. L’unica scelta top-15 presente nel roster è D’Angelo Russell, arrivato dai Lakers tramite trade, mentre tutti gli altri compresi gli uomini in uscita dalla panchina, come Dinwiddie (38^scelta) o DeMarre Carroll (27^scelta) vengono molto più dietro. Eppure i risultati sembrano essere positivi.

 

NEW YORK KNICKS:

  • Dennis Smith Jr: 9^ scelta
  • Damyean Dotson: 44^ scelta
  • Kevin Knox: 9^ scelta
  • Noah Vonleh: 9^ scelta
  • DeAndre Jordan: 35^ scelta

Scelta media quintetto: 21^

Pensare che i New York Knicks abbiano all’interno del loro roster cinque (ripeto, CINQUE) giocatori scelti tra i primi 10 al Draft fa quasi male al cuore, infatti, a quelli già presenti in quintetto vanno aggiunti Frank Ntilikina (8^ scelta) e Mario Hezonja (5^ scelta). Basterebbe questo per farvi capire quanto fiuto abbia la dirigenza Knicks per i giovani e quali siano le motivazioni del loro, per usare un eufemismo, scarso rendimento.

 

PHILADELPHIA 76ERS:

  • Ben Simmons: 1^ scelta
  • JJ Redick: 11^ scelta
  • Jimmy Butler: 30^ scelta
  • Tobias Harris: 19^ scelta
  • Joel Embiid: 3^ scelta

Scelta media quintetto: 12^

C’è chi ha apprezzato il lavoro di recruiting fatto dalla dirigenza, c’è chi (in tanti a dire il vero) li ha aspramente criticati per aver esasperato il concetto di tank. La morale della favola è che i 76ers si sono ritrovati in quintetto due top-3 al Draft a cui hanno aggiunto con il tempo e tramite trade giocatori draftati più giù, (capolavoro Bulls quel Butler come ultima chiamata del primo giro), ma dal rendimento solidissimo. Risultato finale: il Process è finito, ora si prova a vincere.

 

TORONTO RAPTORS:

  • Kyle Lowry: 24^ scelta
  • Danny Green: 46^ scelta
  • Kawhi Leonard: 15^ scelta
  • Pascal Siakam: 27^ scelta
  • Marc Gasol: 48^ scelta

Scelta media quintetto: 32^

Qui sfioriamo il capolavoro: con l’aggiunta durante la trade dead-line di Gasol i Raptors sono diventati la franchigia della Lega con gli starters scelti mediamente più in basso, ai quali si possono aggiungere anche Serge Ibaka (24^ scelta) e OG Anunoby (23^scelta). Toronto al momento vola, però, sulle ali delle sue seconde scelte.

Alessandro Colonnello

21 anni. Studente di Economia al secondo anno con la passione per lettura, film e, soprattutto, basket. Finto giornalaio amante dei San Antonio Spurs e con un debole per Rajon Rondo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *