Iguodala: “Curry sottovalutato, solo Magic è stato un play migliore di lui”

Iguodala: “Curry sottovalutato, solo Magic è stato un play migliore di lui”

Stephen Curry ha vinto due premi di MVP della stagione regolare e tre campionati NBA, di cui due consecutivi, ma secondo il suo compagno di squadra Andre Iguodala è ancora “sottovalutato”.

Per Iggy, infatti, Curry è il secondo miglior playmaker di tutti i tempi. “Continuo a pensare che non abbia davvero il rispetto che merita”, ha detto Iguodala dopo aver visto Curry segnare 28 punti nella vittoria di questa notte in rimonta per 120-117 ai danni dei Philadelphia 76ers. “Alcuni pensano che usi molti screen e altri pensano di poter disegnare mismatch per coinvolgerlo nella metà campo difensiva, ma lui rimane comunque un vero problema. Per lui non esiste un brutto tiro e la gente non capisce l’impatto che ha in campo, specialmente in attacco. ”

Iguodala, che in seguito ha detto che Magic Johnson è il miglior playmaker di tutti i tempi, non pensa che Curry avrà mai il rispetto che merita. “A volte gli viene riconosciuto”, ha detto Iguodala. “Ma quando ti siedi e fai conversazioni serie, lui sparisce sempre.”

Curry ha accolto così i commenti di Iguodala, dopo aver aiutato i Warriors a vincere l’ultima incontro di un viaggio di trasferte lungo quattro partite: “Ogni giorno mi scrive quando mi sveglio e mi ripete la stessa cosa, cioè che ho molto lavoro da fare se voglio diventare il numero 1”.

Curry ha aggiunto che al momento non sta pensando alla propria legacy, ma i suoi compagni di squadra già conoscono l’impatto che ha avuto il numero #30 nel gioco. “Ultimamente hai visto una partita di basket in una scuola superiore o in una scuola media – ha detto Mark Jackson qualche tempo fa – tutti dicono che Steph sta rovinando il gioco del basket, in realtà lui sta solo facendo in modo che molte altre persone pensino di poter fare quello che fa lui.”

Anche Draymond Green si è espresso sulle dichiarazioni di Iguodala: “Magic era fenomenale, ma sono due tipi di playmaker completamente diversi: non credo che Steph sia vicino al modo di fare playmaking di Magic e viceversa. Ma Steph è, probabilmente, il migliore di sempre, soprattutto per il basket di oggi. Sta continuando a migliorare, è incredibile. Andre [Iguodala ndr.] ha detto che ancora non lo vede ottenere il rispetto che merita, ma è così.”

Alessandro Colonnello

21 anni. Studente di Economia al secondo anno con la passione per lettura, film e, soprattutto, basket. Finto giornalaio amante dei San Antonio Spurs e con un debole per Rajon Rondo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *