Warriors sconfitti a Orlando, ma Denver non ne approfitta. Phila spezza la maledizione OKC. Cinquantello di Harden agli Heat.

Warriors sconfitti a Orlando, ma Denver non ne approfitta. Phila spezza la maledizione OKC. Cinquantello di Harden agli Heat.

Riprende dopo due sconfitte consecutive la marcia degli Indiana Pacers che battono in casa per 122-115 i Minnesota Timberwolves: protagonisti della giornata sono Bojan Bogdanovic con i suoi 37 punti per Indiana e Karl-Anthony Towns per Minny, che però nonostante i 42 punti e 17 rimbalzi del suo centro non riesce a vincere perdendo la scia dal treno play-off. La sorpresa della serata è la sconfitta dei Golden State Warriors, privi di Durant, in casa degli Orlando Magic che, ispirati dai 22 con 15 rimbalzi di Aaron Gordon, infliggono ai campioni in carica la quarta L nelle ultime 6, nonostante i 33 di Steph Curry e i 21 di Cousins e Thompson. Lo scontro da bassifondi della Eastern Conference lo vincono i Cleveland Cavs che espugnano il Madison Square Garden di New York (Trier, 22 punti) grazie a Kevin Love (26 punti) e ad un ultimo quarto da 40-21. Torna a dominare James Harden che dopo il trentello dell’ultima uscita ne mette 58 (50% dal campo) con 10 assist, 7 rimbalzi e 4 rubate, con i quali gli Houston Rockets battono dei combattivi Miami Heat (Dragic, 21 punti) e consolidano il quinto posto a Ovest. I Philadelphia 76ers spezzano la maledizione Oklahoma City Thunder battendoli a domicilio per 108-104: assenze da una parte e dall’altra (Paul George e Joel Embiid), ma alle quali Philly risponde meglio grazie ai 32 di Harris, ai 20 di Butler e alla tripla doppia di Simmons, che rende vana quella fatta registrare per OKC dal solito Russell Westbrook. I Denver Nuggets, complice una serata storta di Nikola Jokic (che chiude comunque con 16 punti e 13 rimbalzi) non approfittano della sconfitta dei Warriors e perdono in casa contro gli Utah Jazz, che cavalcano i ventelli di Mitchell e Korver oltre che le doppie doppie di Favors e Ingles.

Alessandro Colonnello

21 anni. Studente di Economia al secondo anno con la passione per lettura, film e, soprattutto, basket. Finto giornalaio amante dei San Antonio Spurs e con un debole per Rajon Rondo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *