From College to the NBA: Jaxson Hayes e KZ Okpala

From College to the NBA: Jaxson Hayes e KZ Okpala

Dopo un lungo viaggio all’interno delle migliori università americane, Duke, Kentucky e North Carolina per citarne alcune, analizzando i top-prospects della NCAA, eccoci giunti alla tappa finale, o meglio, doppia tappa finale.
Ebbene sì, questo è l’ultimo episodio della serie che vi ha tenuto compagnia ogni lunedì da due mesi a questa parte e che vi ha permesso di conoscere e scoprire i migliori talenti che il prossimo giugno faranno il grande salto e apprenderanno in NBA.
Probabilmente questa notizia vi ha reso ancora più complicato l’inizio settimana, già faticoso di suo per antonomasia ma don’t worry le brutte notizie sono finite.

La prima tappa del nostro ultimo viaggio è Stanford University, città californiana dove Kezie Okpala ha deciso di portare il suo talento.
Dopo un primo anno da freshman passato da comprimario, nella sua seconda stagione la giovane ala sta sorprendendo tutti e facendo notare tutto il suo talento. Le statistiche parlano per lui, 17 punti e quasi 6 rimbalzi di media fanno di lui una possibile steal al draft del prossimo giugno.
È un atleta esplosivo, forte del suo fisico agile e atletico, molto rapido e abile nell’attaccare il ferro. Unica pecca per quanta riguarda il suo fisico è il peso, ancora un po’ leggero e gracile per gli standard NBA. Se dovesse dare continuità al suo tiro da 3 e migliorare difensivamente potrebbe rivelarsi un giocatore utile, in uscita dalla panchina, in ottica NBA.
I colleghi di ESPN listano Okpala appena fuori dalla lotteria mentre NbaDraft lo da addirittura in top 10 (ah e a propositivo di mock draft…stay tuned!).

Discorso simile può essere fatto per un altro prospetto: stiamo parlando di Jaxson Hayes, freshman classe 2000 in forza ai Texas Longhorns. Il ragazzo proveniente da Cincinnati, Ohio è un’ala pura che può giocare sia da 3 che da 4. La posizione in campo non è l’unico fattore che i due talenti hanno in comune: simili fisicamente e per interpretazione del ruolo, anche per quanto riguarda Hayes si può parlare di un grande atleta, dinamico e rapido, con eccellenti abilità nel finalizzare a canestro. È un giocatore verticale, abilissimo stoppatore e bloccante nel pick&roll, pecca invece nel tiro e alla lunga tende a essere poco continuo, ragion per cui viene ritenuto poco NBA-ready, ma nonostante ciò il potenziale è evidente e potrebbe rivelarsi anch’egli una buona scelta draft in ottica futura. Insomma, un talento tutto da sviluppare e soprattutto, da aspettare.
Le statistiche non eccellenti, 10 punti e 5 rimbalzi di media, rispecchiano questo quadro ed evidenziano come Hayes rappresenti un.a grande incognita. Sembrano sicuri del suo talento gli addetti al mock draft di ESPN, che listano l’ala texana addirittura in lotteria. Meno convinti sembrano essere i sopracitati esperti di nbadraft che ipotizzano la sua scelta avvenga verso la fine del primo giro.

Il nostro lungo viaggio alla scoperta dei miglior prospetti del mondo NCAA termina qui e vi lanciamo una domanda provocatoria: chi sarà la prima scelta assoluta? E perché proprio Zion Williamson?

A cura di Gabriele Canovi

Gabriele Canovi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *