5 giocatori NBA andati in prigione

5 giocatori NBA andati in prigione

Lo sappiamo tutti, che il mondo della criminalità e quello Nba fossero in qualche modo legati tra loro è una cosa ormai nota. Spesso sono gli stessi giocatori che, in casi più o meno specifici, hanno dichiarato come sia stato proprio il basket a salvarli dalla strada. Alcune volte però non basta una palla, un canestro ed un contratto ben pagato nella Lega più importante del mondo per cambiare la vita di queste persone.

Ecco a voi qui di seguito 5 giocatori NBA – ma vi assicuriamo che la lista sarebbe lunghissima – che hanno avuto problemi con la legge durante il loro periodo professionistico.

5 – Allen Iverson

Quella di ‘The Answer’ è purtroppo una storia che va a braccetto con la criminalità. I suoi cattivi rapporti con le forze dell’ordine iniziano in giovanissima età quando, durante il periodo dell’high school, scatena una rissa in un bowling con dei ragazzi bianchi che, in precedenza, lo avevano chiamato ‘negro’. Dopo il tempestivo intervento della polizia, AI ed i suoi compagni vengono condannati a 15 anni di carcere (servirà poi un intervento di mediazione per permettere ad Iverson di andare al college per proseguire la propria carriera cestistica). Diventato professionista, si rese protagonista nelle caserme di polizia dapprima per possesso di marijuana e armi, e poi per un litigio con la moglie dove arrivò a minacciare alcuni uomini con un’arma da fuoco in mano.
Ah comunque adesso, pare, si sia dato una regolata.

Risultati immagini per allen iverson jail

 

4 – Michael Beasley

Anche qui ci troviamo di fronte ad uno che con la legge non ha proprio un bel rapporto. Nello specifico, torniamo indietro fino al 2013, quando l’allora giocatore dei Phoenix Suns, venne arrestato per possesso di marijuana: Beasley venne infatti fatto accostare da un agente di polizia che aveva sentito uno strano odore proveniente dalla sua macchina, trovandoci poi dentro un’importante quantità di erba. Arrestato ed in seguito rilasciato su cauzione, la seconda scelta assoluta del Draft del 2008 era in quel periodo anche sotto indagine per presunti abusi sessuali.

Risultati immagini per michael beasley jail

 

3 – Delonte West

Qui invece siamo al cospetto di una leggenda di questo sport. Già, perché come saprete ormai tutti le storie su West si sprecano – chiede a Lebron James per informazioni – ma in questo caso il buon Delonte l’ha fatta davvero grossa: il fatto risale al 2009 quando fu fermato per eccesso di velocità. Gli agenti di polizia però, con immenso stupore, trovarono nella macchina della guardia dei Cavs due pistole ed un fucile, già caricati e pronti all’uso, nascosti in una custodia per chitarre. Quali fossero le reali intenzioni di Delonte resta tutt’ora un mistero, e forse è meglio così.

Risultati immagini per delonte west

 

2 – Ron Artest

Ma da uno che si è ribattezzato Metta World Peace, letteralmente ‘Pace nel Mondo’, quale mai atroce crimine ci possiamo aspettare? Ed invece Artest non fu mai un’anima pia – chi l’avrebbe mai detto? – venendo arrestato nel 2007, con l’accusa di violenza domestica nei confronti di una ragazza. La sua opera più grandiosa resta però la memorabile rissa del 2004 che costò al povero Ron una sospensione di 86 partite, 73 gare di regular season e 13 di playoff, oltre ad un anno di libertà vigilata.

Risultati immagini per ron artest

 

1 – Javaris Crittenton

E ora vi starete anche chiedendo chi sia questo qui. Il nome, per i più esperti, dovrebbe risultate familiare, data la sua permanenza ai Los Angeles Lakers durante i primi anni di carriera NBA (venne scelto dai californiani nel Draft del 2007). La sua esperienza nel maggior campionato americano prende una brutta piega durante la sua militanza a Washington quando Gilbert Arenas, a causa di partita a carte persa, lo minaccia dentro lo spogliatoio con tre pistole. Entrambi vengono poi in seguito sospesi dalla franchigia capitolina fino al termine della stagione. Nel frattempo, durante il suo periodo losangeliano, entra in contatto con una gang del posti, i ‘Mansfield’. Il 19 Agosto 2011 però Crittenton, su un Suv nero, spara vari colpi che colpiscono una ragazza, Julien Jones. La donna, che morirà poco dopo, era moglie di Lil Tic, il quale a sua volta aveva rapinato tempo prima Crittenton, e quindi vero bersaglio dell’agguato. Il 29 aprile 2014 il giocatore viene condannato a 23 anni di carcere e 17 di libertà vigilata dopo il patteggiamento, a seguito della confessione di aver commesso l’omicidio. Il giocatore tornerà in libertà quando avrà 67 anni.

Risultati immagini per javaris crittenton

Claudio Rosa

21 anni, studente all'Università Cattolica del Sacro Cuore, aspirante giornalista ma giornalaio per passione, tifoso Lakers nel tempo libero ed amante occasionale dello stretch four.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *