OKC e Clippers in rimonta su Celtics e Rockets. Cadono i Bucks, Toronto ne approfitta. Bene anche Hornets, Wizards e Pacers.

OKC e Clippers in rimonta su Celtics e Rockets. Cadono i Bucks, Toronto ne approfitta. Bene anche Hornets, Wizards e Pacers.

Tra le mura amiche vincono in scioltezza, 125-105 ai danni dei San Antonio Spurs (DeRozan, 23 punti), arrivati ormai al quarto stop consecutivo, gli Utah Jazz grazie ai 23 punti di Donovan Mitchell e alla doppia doppia da 21+13 di Rudy Gobert. Gli Indiana Pacers, nonostante l’assenza di Oladipo, colgono la quinta W consecutiva con 105-90 ai danni dei derelitti Cleveland Cavs, gradi meriti vanno a Bojan Bogdanovic e ai suoi 23 punti. Vittorie con rimonte clamorose sia per gli Oklahoma City Thunder che per i Los Angeles Clippers: OKC ne recupera 23 ai Rockets di Harden (42 punti) e vince 117-112 grazie ai 45 con 11 rimbalzi di Paul George e alla nona tripla doppia consecutiva di Westbrook (21 punti, 12 rimbalzi e 11 assist); i Clippers, invece, fanno meglio e dopo essere stati sotto anche di 27 contro i Celtics (Hayward, 19 punti) al TD Garden, complice l’infortunio di Irving, la spuntano 123-112 con un grande Danilo Gallinari (19 punti, 10 rimbalzi e +25 di plus/minus). Sconfitta pesante per i Milwaukee Bucks (Bledsoe, 19 punti) che, senza Antetokounmpo, affondano 83-103 contro i buoni Orlando Magic del neo All-Star Nikola Vucevic (15 punti e 17 rimbalzi) e permettono ai Toronto Raptors (Lowry, 22 punti),vittoriosi per 104-99 al MSG di New York (Knox, 20 punti), di rosicchiare qualcosina nella corsa al primo posto per i play-off della Eastern Conference. Play-off ai quali vorrebbero partecipare sia gli Washington Wizards che gli Charlotte Hornets: i primi battono i Chicago Bulls (LaVine, 26 puni) per 134-125 con un Bradley Beal in grande spolvero (31 punti), i secondi espugnano la Philips Arena di Atlanta (Collins, 21 punti) per 129-120 grazie al solito Kemba Walker (37 punti). Prospettiva di entrare nelle migliori otto della Western Conference che sfuma definitivamente per i New Orleans Pelicans (Randle, 21 punti) che, con la sconfitta per 99-90 sul campo dei Memphis Grizzlies di un redivivo Joakim Noah (19 punti e 14 rimbalzi), si trovano ormai a 6 vittorie dall’ottava posizione occupata dai Clippers.

Alessandro Colonnello

21 anni. Studente di Economia al secondo anno con la passione per lettura, film e, soprattutto, basket. Finto giornalaio amante dei San Antonio Spurs e con un debole per Rajon Rondo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *