Wall di nuovo sotto i ferri: fuori fino al 2020!

Wall di nuovo sotto i ferri: fuori fino al 2020!

“Non c’è mai fine al peggio” è un detto quanto mai vero per John Wall, soprattutto in questi ultimi tempi.

Il playmaker classe ’90 degli Washington Wizards si era sottoposto, il giorno dopo Natale, ad una operazione al tallone sinistro, per i dolori dovuti a un ingrandimento osseo nella parte posteriore del tallone stesso. La squadra capitolina contava, quindi, di avere in squadra il giocatore sano per l’inizio della prossima stagione. Ma la sfortuna si è accanita nuovamente sul giocatore ex Kentucky Wildcats, che questa mattina a causa di una caduta all’interno della sua abitazione si è rotto proprio il tendine d’Achille della gamba operata.

Ora i tempi di recupero si allungheranno ulteriormente perché dal momento dell’operazione le stime parlano di un intero anno di riabilitazione necessario per il ritorno in campo, che quindi è da immaginarsi al momento non prima del 2020, visto che bisognerà aspettare che Wall recuperi parzialmente anche dalla precedente operazione.

Ora Washington si cautelerà estendendo l’accordo con Tomas Satoransky, che a giugno potrà ricevere, inoltre, un contratto quadriennale da $47 milioni.

 

Alessandro Colonnello

21 anni. Studente di Economia al secondo anno con la passione per lettura, film e, soprattutto, basket. Finto giornalaio amante dei San Antonio Spurs e con un debole per Rajon Rondo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *