Irving stoppa George e Westbrook. Toronto passeggia sui Clippers. Memphis in scioltezza al MSG.

Irving stoppa George e Westbrook. Toronto passeggia sui Clippers. Memphis in scioltezza al MSG.

Boston Celtics 134-129 Oklahoma City Thunder

Ritmo alto fin dall’inizio con Kyrie Irving, che guida i i Celtics al primo vero vantaggio sul 24-17 con una tripla di Paul George che chiude il primo quarto sul 31-29 in favore dei padroni di casa. In apertura di secondo quarto Oklahoma City mette brevemente la testa avanti, ma sono sempre i Celtics a gestire ritmi e punteggio, riportandosi immediatamente in controllo della partita grazie alla coppia Irving-Horford, che mandano i biancoverdi all’intervallo sul +8. Nella ripresa i Thunder tornano in campo con maggiore convinzione recuperano tutto lo svantaggio e mettendo la testa avanti dopo cinque minuti di ripresa. La risposta dei Celtics non si fa attendere, con due triple consecutive di Marcus Smart che rimettono quattro punti di distanza tra le squadre, vantaggio che poi si dilata anche in doppia cifra. Westbrook e George provano a costruire un tentativo di rimonta che arriva fino a meno di un possesso di svantaggio, anche se la difesa di OKC si prende un turno di pausa nel momento di massimo sforzo e lascia un facile canestro a Irving. Il finale che ne segue è comunque giocato punto a punto, e a deciderlo è un super canestro del numero 11 dei Celtics, che chiude con 30 punti e 11 assist. A OKC non bastano i 37 del solito Paul George e la tripla doppia di Westbrook da 22 punti, 12 rimbalzi e 16 assist.

 

Toronto Raptors 121-103 Los Angeles Clippers

Anche senza Lowry vincono in scioltezza i Raptors contro dei Clippers, privi per la nona partita consecutiva di Gallinari, stanchi per il back-to-back e che hanno resistito giusto un quarto prima di crollare nel secondo, concedendo 42 punti agli avversari e finendo sotto anche di 23 nel corso del secondo tempo. Raptors guidati dai 18 punti di Kawhi Leonard (in 26 minuti) e dai 16+12 di Serge Ibaka, oltre ai 15 a testa di Pascal Siakam  e Patrick McCaw. In casa Clippers invece sono i 19 punti del canadese Shai Gilgeous Alexander a guidare la squadra, con altri cinque giocatori in doppia cifra ma con un pessimo 2/12 da tre punti, che condanna a LA alla sconfitta.

 

New York Knicks 84-96 Memphis Grizzlies

Partita tra deluse che viene vinta dai Memphis Grizzlies contro dei Knicks a cui non è servito il debutto dei neo arrivati Dennis Smith Jr., DeAndre Jordan e Wesley Matthews. Grizzlies trascinati dai 25 punti con 8 rimbalzi e 7 assist di Conley e ai 24+9 di Gasol, che hanno scavato il solco decisivo con un terzo quarto da 32-21. In casa Knicks, invece, ci sono solo i 17 punti di Kevin Knox a far sperare in un finale di stagione minimamente interessante. Per Kanter che era stato chiamato ad entrare in campo c’è stata una super ovazione spenta qualche attimo dopo quando è stato detto al lungo turco che non sarebbe stato lui ad entrare in campo.

Alessandro Colonnello

21 anni. Studente di Economia al secondo anno con la passione per lettura, film e, soprattutto, basket. Finto giornalaio amante dei San Antonio Spurs e con un debole per Rajon Rondo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *