Avvistato un unicorno a San Antonio?

Avvistato un unicorno a San Antonio?

Kristaps Porzingis, lungo lituano attualmente in forza ai New York Knicks, sembrerebbe essere diventato l’obiettivo principale per la prossima off-season in casa San Antonio Spurs.
La bomba di mercato arriva, come facilmente prevedibile, da oltreoceano: più nel dettaglio, è stato il giornalista sportivo di The Ringer, noto podcast sportivo americano, Kevin O’ Connor a rivelare questa bomba ad alto potenziale.

Porzingis reduce dal grave infortunio ai legamenti del ginocchio sinistro dello scorso 7 febbraio non ha ancora giocato una sola partita in questa stagione NBA e vista la posizione di classifica dei suoi NY Knicks, non certo entusiasmante in ottica playoff, non farà probabilmente ritorno prima dell’inizio della stagione 2020.
Il lettone, prima dell’infortunio, stava disputando una stagione con cifre da Mvp, realizzando 23 punti di media e catturando quasi 7 rimbalzi, statistiche che gli avrebbero regalato la possibilità di giocare la partita delle stelle, crociato permettendo.

Le opzioni percorribili per la banda di coach Popovich sono due: ottenere Porzingis attraverso una trade durante questa stagione, o più verosimilmente, aspettare la Free Agency e provare ad accaparrarsi il versatile lungo lituano. In ambedue le vie ci sono numerosi pro e numerosi contro ma sicuramente la strada più praticabile è quella di acquistare KP via trade la prossima estate.
Dal loro canto gli Spurs non hanno molto da offrire ai Knicks in quanto ,oltre a Dejounte Murray e Jacob Poeltl, non hanno un roster particolarmente appetibile in ottica trade, ovviamente non considerando DeRozan, di certo non coinvolto in trade talks.
Per quanto riguarda riguarda invece il discorso invece l’ipotetico arrivo di Porzingis in quel di San Antonio è potenzialmente più fattibile anche se ugualmente complicato.
La franchigia texana dovrebbe fare sicuramente qualche sacrificio per liberare spazio nel salary cap ed avere la possibilità di offrire il max contract che molto probabilmente Porzingis vorrà questa estate, sempre escludendo il caso che non decida di rimanere sotto la grande mela ed aspettare un’altro all star per puntare alla vetta della Eastern Conference.

Un ultimo grande punto di domanda riguarderà la condizione fisica del lettone: tornare agli alti livelli a cui ci ha abituato dopo il brutto infortunio al ginocchio subito sarà difficile, ma state certi che The Unicorn (così come viene chiamato dagli amici americani) saprà stupire e soprattutto saprà far ricredere tutti gli scettici come fece qualche anno fa dopo i fischi al Barclays Center di Brooklyn durante la notte del draft.

Gabriele Canovi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *