LaMelo pronto per l’NCAA?

LaMelo pronto per l’NCAA?

Il reclutamento collegiale per LaMelo Ball e il percorso verso potenziali possibilità di eleggibilità sono una delle trame più intriganti da seguire per quanto riguarda il basket giovanile. Date le sue dimensioni e il livello di tecnica e abilità, molti allenatori potrebbero essere interessati e prendersi un piccolo rischio per il più piccolo dei Ball. Recentemente Ball ha parlato del tipo di programmi a cui vorrebbe unirsi, nominando una lista di alcuni college che vanno da Duke a Kansas allo stato del Michigan, tra gli altri.

Insieme agli altri elencati da Ball c’era anche Kentucky. I trendsetter dell’era del “one-and-done”, Kentucky, sono passati in secondo piano negli ultimi anni mentre altri programmi hanno colto il ritmo nel panorama del basket universitario.
Kentucky e Ball sarebbero l’unione perfetta con John Calipari che ha il coraggio di inseguire il fratello Ball più giovane. Con Kentucky che ha bisogno di una spinta di popolarità per tornare con i college di grossa taglia e Ball che ha bisogno di un’ancora di salvezza, ha senso perché i due potrebbero essere attratti l’un l’altro. Tutto ciò rende interessante il recente post di Ball sulla sua storia di Instagram: mercoledì, 21 novembre, LaMelo ha pubblicato un’immagine dove usciva il tag della posizione “Lexington, KY, sede dell’Università del Kentucky”. Le reclute al momento possono effettuare visite ufficiali con il periodo di firma iniziale che termina alla fine di novembre. Per coincidenza, Kentucky ha giocato in casa a Rupp Arena mercoledì contro Winthrop in una gara vinta 87-74.

Era presente anche il piccolo Ball alla partita? È difficile immaginare che una figura così popolare come Ball non sia stata notata nell’arena. Ma perché LaMelo si trovava a Lexington? Potrebbe esserci un’altra spiegazione. Gli Spire (High-School in cui milita Ball), con sede a Ginevra, OH, ha suonato ad Atlanta presso il The Skills Factory il venerdì e il sabato. Un rapido viaggio a Google Maps e una ricerca di percorsi da Spire a The Skills Factory rivela che la via più veloce è diretta a Lexington.

Dato il tempismo del post e la probabilità che i programmi vogliano spendere risorse per reclutare Ball senza i suoi problemi di eleggibilità, è molto più probabile che Ball e il team di Spire si siano recati al loro torneo del fine settimana e Ball abbia tirato fuori una magnifica mossa troll, ingannando i fan pensando che fosse nel campus.
Tralasciando la storia instagram, quanto può essere possibile questa unione? E nel caso, coach Calipari, potrà plasmare e migliorare il giovane Ball e prepararlo al salto nella lega dei grandi?

Saverio Lanzillo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *