From College to the NBA: Paul Eboua

From College to the NBA: Paul Eboua

Al Draft NBA di giugno 2019 non si candideranno solo i prospetti che militano nei college americani ma anche ragazzi provenienti dal vecchio continente, i quali da molti anni partecipano ai vari campionati nazionali e continentali ricoprendo il ruolo di assoluti protagonisti. Il dislivello tra la pallacanestro europea e quella d’oltreoceano è a noi ben noto, ma nonostante ciò, vi è un cospicuo numero di giovani promesse che potrebbero debuttare nella massima serie americana già dalla prossima stagione. Da mesi a questa parte stiamo seguendo l’evoluzione sportiva di un giocatore su tutti e oggi vogliamo parlare proprio di lui. Stiamo parlando, infatti, dell’unico prospetto ‘made in Italy’ che ha una concreta possibilità di essere selezionato da una delle 30 franchigie NBA, ovvero Paul Eboua.

Paul Eboua con la maglia della Stella Azzurra

Il giocatore classe 2000 di origine camerunense è un prodotto della prestigiosa società capitolina “Stella Azzurra Academy”, che attualmente milita in Serie A2 con i Roseto Sharks. Paul iniziò a giocare a pallacanestro in terra natia e il suo talento cristallino venne scoperto circa 4 anni fa dallo scout della Stella Azzurra che stava monitorando un altro talento camerunense classe ’99 di nome Jordan Philippe Bayehe. Al suo arrivo in Italia, precisamente a Roma, inizia a disputare i vari campionati under con la Academy, dominando su entrambi i lati del campo fin dal primo momento. Vince in tre anni altrettanti campionati nazionali e viene notato sia dagli osservatori europei che da quelli americani. Infatti nel 2016 è invitato a prendere parte al Jordan Brand Classic dove ha ha la possibilità di confrontarsi con giocatori che ora si trovano in Nba come De’Aaron Fox,  Markelle Fultz e Mikal Bridges. Nel 2017, con la selezione stellina U18, disputa l’Adidas Next Generation Tournament a Kaunas raggiungendo persino la finale, purtroppo persa contro i ragazzi del Lietuvos Rytas Vilnius. Eboua e compagni riescono a ripetersi anche nella tappa disputata a Belgrado, totalizzando 3 vittorie nel girone e perdendo sempre contro il Lietuvos Rytas. Al di là dei risultati, Paul nelle otto gare disputate chiude con 13 punti,11 rimbalzi e 1,5 assist di media. Ormai gli scout di college e squadre NBA si sono accorti di lui e lo scorso Febbraio viene anche invitato al Basketball Without Borders Global Camp 2018 di Los Angeles, durante il week end dell’All Star game. Lì può nuovamente confrontarsi con alcuni dei migliori prospetti della sua generazione, che speriamo di vedere prossimamente al fianco di Paul sui parquet dell’Nba.

Quest’anno ha iniziato la sua avventura in Serie A2  con i Roseto Sharks e in queste prime partite ha collezionato 104 min, tenendo buonissime percentuali soprattutto dietro la linea dei 6,75 m tirando con il 35%. Inoltre sta sfruttando al massimo anche la sua importante stazza e il suo atletismo, che gli permettono di lottare a rimbalzo anche con giocatori più alti di lui. L’11 novembre scorso ha fatto registrare una doppia doppia (11 punti,11 rimbalzi) in 22′ min di utilizzo nella settima giornata di Serie A2 contro l’Extralight Montegranaro. Le sue maggiori qualità sono: un buon tiro da qualsiasi zona del campo, un fisico esplosivo ma soprattutto una grande attitudine difensiva che lo rende capace di difendere su tutti, dal play al centro.

Data la giovane età, deve ancora migliorare in alcuni aspetti del gioco come  la lettura delle fasi del gioco e la disciplina tattica, ma che forse sono  la conseguenza dei soli 4 anni di basket fatti a livello agonistico. Se in 4 anni è riuscito ad attirare a se gli occhi di tante squadre NBA, siamo sicuri che riuscirà a migliorare e a dire la sua anche nella lega delle stelle. Crediamo in te, rendici fieri!

A cura di
SOS Dunkest
Gabriele Canovi

Redazione Airball

Finti baskettari che cercano di parlare di pallacanestro. Giornalisti o giornalai? Fate voi. #BeAirBall

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *