Utah ne rifila 139 agli Spurs e Orlando vince il derby contro Miami. W importanti anche per Dallas, Indiana e Sacramento

Utah ne rifila 139 agli Spurs e Orlando vince il derby contro Miami. W importanti anche per Dallas, Indiana e Sacramento
(14-10)Indiana Pacers 96-90 Chicago Bulls(5-20)

Partita molto equilibrata e che viene decisa solo nel quarto periodo con i Bulls che non riescono a segnare il canestro della parità e iniziano a mandare in lunetta gli avversari che non sbagliano. Chicago,nonostante la sconfitta, può sorridere per il buon rientro di Markkanen che termina la partita con 21 punti e 10 rimbalzi. Per i Pacers il migliore è stato Collison autore di 23 punti e 8 rimbalzi.

(9-14)Miami Heat 90-105 Orlando Magic(12-12)

L’aria di derby alla American Airlines Arena di Miami si sente e per i primi due quarti la gara è in perfetto equilibrio. La terza frazione di gioco è decisiva per il risultato finale con i Magic che si impongono con un parziale di 30-12 e per gli Heat arriva la sesta sconfitta nelle ultime nove gare. La coppia Gordon-Vucevic trascina Orlando alla vittoria mettendo rispettivamente 20 punti e 13 rimbalzi e 19 punti e 10 rimbalzi.

(12-10)Dallas Mavericks 111-102 Portland Trail Blazers(13-11)

Partita in discesa per i Mavs che già nel primo quarto si impongono con un parziale di 34-20 che i Blazers non riusciranno più a recuperare e per Dallas arriva l’ottava vittoria nelle ultime dieci gare trascinata ancora una volta da Dončić che realizza 21 punti e 9 rimbalzi. Per Portland il solo Lillard da 33 punti, 8 rimbalzi, 8 assist non basta.

(4-20)Phoenix Suns 105-122 Sacramento Kings(12-11)

Partita che inizia malissimo per i Suns, privi di Booker, che subiscono un parziale di 9-36 e non riescono più a riprendersi e accorciando poi le distanze solamente nel quarto periodo in pieno garbage time. Per i Kings top scorer risulta Hield con 20 punti; per i Suns il migliore è Melton che realizza 21 punti e 5 assist.

(12-13)Utah Jazz 139-105 San Antonio Spurs(11-13)

Ennesima batosta per gli Spurs che ne subiscono addirittura 139 da Utah in una gara sempre in controllo di Mitchell e compagni e che evidenzia ancora di più tutti i limiti dei texani in questa stagione. Sette giocatori in doppia cifra per i Jazz, per SAS il migliore risulta Pöltl con 20 punti e 7 rimbalzi.

Saverio Lanzillo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *