Butler-Philadelphia: è fatta!

Butler-Philadelphia: è fatta!

E’ stato il caso mediatico dell’ultimo mese e mezzo di NBA, che si è risolto solamente oggi pomeriggio: Jimmy Butler è un nuovo giocatore dei Philadelphia 76ers.

Dopo 5 sconfitte consecutive, culminate con l’ultima a Sacramento, Tom Thibodeau ha realizzato che sarebbe stato impossibile per Minnesota vincere con un Butler in campo, ma da separato in casa. Ecco che allora, negli ultimi giorni, la dirigenza Timberwolves ha deciso di intensificare i contatti con altre squadre per cercare di trovare una sistemazione immediata al giocatore, per evitare di vederselo sfuggire da free-agent durante la prossima estate.

Dopo aver rifiutato la trade con i Miami Heat, che prevedeva uno scambio nel quale sarebbe stato coinvolto Josh Richardson, nelle ultime ore sulla scrivania di Scott Layden, GM dei Lupi,  è arrivata l’offerta di Philadelphia che, per avere il numero 23 ex-Bulls, era disposta a cedere Dario Saric e Robert Covington. Dopo qualche ora di contrattazione è arrivata la fumata bianca con Butler che, insieme a Justin Patton, andrà a far compagnia a Simmons ed Embiid (potrebbe esordire già mercoledì conntro gli Orlando Magic), mentre, il percorso inverso verrà compiuto da Saric, Covington e una seconda scelta al Draft.

Con questa mossa Philadelphia punta a vincere sin da subito (anche per convincere Butler a firmare un cintratto pluriennale l’estate prossima)con un quintetto titolare di altissima qualità, rinunciando però alla forza complessiva di un gruppo che, dopo le partenze estive di Belinelli e Ilyasova, dovrà far a meno di altri due fondamentali giocatori di rotazione. Minnesota, invece, ricava quasi il massimo dalla partenza di un giocatore scontento, andando ad allungare le rotazioni con un giocatore di prospettiva come Saric, che probabilmente sarà subito impiegato come 4 titolare, e con un buon 3&D player come Covington.

Chi avrà fatto la scelta giusta? Solo il tempo potrà darci una risposta.

 

 

G.

Alessandro Colonnello

21 anni. Studente di Economia al secondo anno con la passione per lettura, film e, soprattutto, basket. Finto giornalaio amante dei San Antonio Spurs e con un debole per Rajon Rondo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *