Thunder crisi finita, Boston ferma Antetokounmpo per la prima volta in stagione, Sacramento non si ferma più, Embiid trascina Philadelphia

Thunder crisi finita, Boston ferma Antetokounmpo per la prima volta in stagione, Sacramento non si ferma più, Embiid trascina Philadelphia
(4-5) Charlotte Hornets 107 – 111 Oklahoma City Thunder (3-4)

Sembra finita la crisi dei Thunder che nella notte allo Spectrum Center ottengono la seconda vittoria consecutiva ai danni di Charlotte. Gara combattuta e in equilibrio sin dall’inizio, il primo quarto termina con un +2 OKC , all intervallo lungo gli Hornets sono sopra di 4. È nell’ultimo quarto però che la squadra di Westebrook mette l’acceleratore e recupera lo svantaggio concludendo il quarto quarto con un +8 sugli avversari che vale la vittoria. Protagonisti di serata sono Westbrook che sfiora l’ennesima tripla doppia facendo registrare (29 punti, 8 rimbalzi, 10 assist) ben coadiuvato da Abrines (25 punti) e Schroder (21 punti). Per gli Hornets il solito Kemba da 21 punti, 5 rimbalzi, 6 assist.

 

(1-7) Cleveland Cavaliers 91 – 110 Denver Nuggets (7-1)

I Nuggets archiviano la settima vittoria stagionale e mantengono saldo il secondo posto nella Western Conference vincendo in back2back contro la malcapitata Cleveland. Gara che però inizia sotto il segno dei Cavs che concludono il primo quarto in vantaggio per 27-15. Pronta la reazione dei Nuggets che recuperano lo svantaggio e vanno al riposo in vantaggio per 42-50. Nel terzo quarto l’allungo decisivo che chiude la partita, quarto quarto di normale amministrazione per Denver. Da sottolineare per Denver un Hernangomez da 23 punti e altri 5 giocatori in doppia cifra, deludente Jokic che nei 22 minuti in campo mette a referto 4 punti, 6 rimbalzi e 3 assist.

 

(5-4) Philadelphia 76ers 122 – 113 Los Angeles Clippers (4-4)

Philadelphia si riprende dopo la sconfitta contro i Raptors, per i Clippers arriva la seconda sconfitta consecutiva.
Partita che nei primi due quarti vede sempre uscire vincitore i padroni di casa guidati da Embiid che all’intervallo ne scrive a referto già 24. Nel terzo quarto però ritornano sotto i Clippers che recuperano ben 11 punti grazie anche al nostro Gallinari che segna 11 punti nella terza frazione. Il quarto periodo però, vede di nuovo Phila in controllo che la spunta in una partita tutto sommato equilibrata. Mattatore di serata Embiid che conclude la gara con 41 punti e 13 rimbalzi aiutato anche da Redick 18 punti e Simmons 14 punti e 11 assist. Non bastano ai Clippers i 26 punti di Williams, i 25 punti di Gallinari e i 24 punti di Harris .

 

(2-6) Atlanta Hawks 115 – 146 Sacramento Kings (6-3)

Continua il sorprendente inizio di Sacramento che vince ad Atlanta la sua sesta partita in nove gare. Gara che nei primi due quarti si mantiene in equilibrio anche se i Kings restano sempre in vantaggio. Allungo decisivo nel terzo quarto dove i Kings riescono addirittura a segnarne 46, grazie anche ai 21 punti nel quarto di De Aaron Fox protagonista assoluto della partita con la sua prima tripla doppia in carriera ( 31 punti, 10 rimbalzi, 15 assist). Prestazioni importanti anche da parte di Hield (27 punti) , il solito Bjelica (19 punti) e i 18 punti del rookie Bagley. Per Atlanta buona la prova di Jeremy Lin con 23 punti e di Young 14 punti e 10 assist ma anche 8 palle perse.

 

(6-2) Boston Celtics 117 – 113 Milwaukee Bucks (7-1)

I Celtics interrompono l’imbattibilità dei Bucks e ottengono la loro quarta vittoria consecutiva. La partita è di quelle importanti , infatti, all’intervallo lungo si va a riposo sul 55-53 per Boston. Nel terzo quarto però, Boston impatta con un parziale di 38-25 che sembra indirizzare già la partita. I Bucks tornano prepotentemente in partita e quando manca poco più di un minuto alla fine passano anche in vantaggio con un canestro di Brogdon e con il risultato che va sul 110-111. La spuntano comunque i Celtics che riescono a segnare i liberi decisivi con Horford. Altra grande prestazione da parte di Irving che dopo i 31 messi a segno contro Detroit , ne segna altri 28; buono anche l’impatto di Horford e Hayward con 18 punti a testa. Non bastano i 33 punti e 11 assist di Giannis a Milwaukee, che non riesce in questa gara a supportare bene il giocatore greco.

 

(6-2) Portland Trail Blazers 132 – 119 New Orleans Pelicans (4-4)

I Pelicans subiscono la quarta sconfitta consecutiva, complice anche l’assenza di Davis tenuto a riposo per recuperare totalmente l’infortunio. Partita in equilibrio per i primi tre quarti di gioco che portano all’inizio dell’ultima frazione le due squadre distanziate di soli 3 punti. Negli ultimi 12 minuti, però, Portland allunga fino al 132-119 finale. Per Portland da segnalare il solito Lillard (26 punti, 7 rimbalzi, 6 assist), Nurkic 20 punti e Aminu, che registra una doppia doppia (17 punti, 10 rimbalzi). Per New Orleans buone le prestazioni di Randle 29 punti, Mirotic 18 punti e 13 rimbalzi e di Holiday 17 punti e 10 assist che non bastano però per ritornare alla vittoria.

 

 

A cura di Saverio Lanzillo.

Saverio Lanzillo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *