SERIE A – Brescia centra la prima vittoria contro Reggio Emilia. Volano Cremona, Milano e Venezia

SERIE A – Brescia centra la prima vittoria contro Reggio Emilia. Volano Cremona, Milano e Venezia

Fiat Torino – Alma Trieste 86-74 (24-22, 46-37, 61-61)

La Fiat dopo aver perso al fotofinish contro la Reyer, ottiene il primo successo in campionato, battendo l’Alma Trieste. Decisivo nel risultato finale l’ultimo periodo. Per i piemontesi ottima prova di Tony Carr con 20 punti. Ai triestini non bastano i 19 di Daniele Cavaliero. 

 

Banco di Sardegna Sassari – Openjobmetis Varese 71-60 (16-8, 31-18, 52-45)

Dopo aver perso sul parquet di Reggio Emilia, i ragazzi di coach Vincenzo Esposito conquistano una vittoria contro Varese. Fin dalle prime battute, la squadra di casa allunga nel punteggio e amministra per tutti i 40’ senza difficoltà. Per i sardi ottima prova di Scott Bamforth con 24 punti. Alla compagine biancorossa non servono i 19 di Aleksa Avramovic.

 

Vanoli Cremona – Sidigas Avellino 94-88 (26-23, 42-44, 68-69)

La Vanoli Cremona dopo aver espugnato il PalaTrento, ottiene la seconda vittoria consecutiva tra le mura amiche del PalaRadi contro Avellino. Dopo 30’ minuti di grande equilibrio, nell’ultimo periodo i padroni di casa hanno la meglio sugli irpini. Per Cremona grande partita di Andrew Crawford con 23 punti. Per la Sidigas sono vani i 23 punti di Caleb Green. 

 

Virtus Bologna – Armani Exchange Milano 79-88  (16-22, 40-39, 64-69)

Sull’ostico campo di Bologna, l’Olimpia Milano non si inceppa e conquista un’altra vittoria. Dopo un primo tempo bilanciato, nel secondo gli uomini di Pianigiani con un superlativo Mike James (26 punti) allungano nel punteggio e ottengono due punti. In casa Virtus non bastano i 18 di Brian Qvale. 

 

Germani Basket Brescia – Grissin Bon Reggio Emilia 83-79 (27-21, 42-39, 60-67)

Le Leonessa conquista i primi due punti del campionato, grazie al successo contro la Grissin Bon Reggio Emilia. Decisivo l’ultimo periodo, con una super Brescia, che limita gli avversari in attacco e punisce con canestri pesanti. Per i lombardi il miglior marcatore è Abass con 15 punti, ai biancorossi non servono i 26 di Ledo.

 

Oriora Pistoia – Umana Reyer Venezia 69-97 (15-21, 32-43,48-65)

La squadra della laguna “passeggia” in quel di Pistoia, chiudendo con 28 punti di scarto. Dopo aver chiuso al 20’ avanti di undici lunghezze, negli ultimi due quarti, i ragazzi di coach De Raffaele conquista il secondo successo in campionato. Per i padroni di casa non bastano i 15 di Kerron Johnson. In casa Reyer ottima prova di Marco Giuri (17 punti).

 

Happy Casa Brindisi – VL Pesaro 88-73 (20-22, 42-32, 64-50)

I pugliesi conquistano una bella vittoria tra le mura amiche del PalaPentassuglia ai danni della VL Pesaro. Dopo un primo periodo molto equilibrato, i brindisini volano sulla doppia cifra di vantaggio e controllano senza troppi patemi. Per la Happy Casa buon apporto di Chappell con 18 punti. Per i pesaresi sono vani i 24 di McCree. 

 

Red October Cantù – Dolomiti Energia Trentino 84-72 (28-24, 47-47, 66-61)

Nel posticipo serata Cantù trova la prima vittoria contro Trento, che invece conquista il secondo k.o in fila dopo quello contro la Vanoli Cremona. Dopo un primo tempo molto bilanciato, nel secondo i brianzoli allungano nel secondo tempo e conquistano il successo. Per i padroni di casa il top scorer è Tony Mitchell con 17 punti. Alla Dolomiti non bastano i 15 di Fabio Mian.

 

A cura di Lorenzo Lubrano.

Redazione Airball

Finti baskettari che cercano di parlare di pallacanestro. Giornalisti o giornalai? Fate voi. #BeAirBall

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *