Buona la prima per L’Armani Exchange Milano. Efes, Olympiacos e Baskonia corsare in trasferta

Buona la prima per L’Armani Exchange Milano. Efes, Olympiacos e Baskonia corsare in trasferta

Cska Mosca – Barcellona 95-75 (21-17,51-29,69-58)

Nella prima partita della nuova Eurolega i moscoviti del Cska battono gli spagnoli con uno scarto di ben 20 punti. Già nel primo tempo i padroni di casa riescono ad allungare in modo importante nel punteggio, chiudendo al 20’ avanti di 22 lunghezze. Nella ripresa la squadra basca prova a rimontare, accorciano sul -9, ma il Cska non ci sta e riallunga in maniera importante. Top scorer per i russi Higgins con 18 punti. Al Barça non servono i 15 di Kuric.

 

Panathinakos – Maccabi Tel Aviv 89-94 (26-24,46-45,70-67)

E’ stata sicuramente la partita più equilibrata della giornata: Le due compagini si sono date battaglia e alla fine i Greens hanno avuto la meglio. Per i greci grande prestazione di Lojeski autore di 20 punti. Alla squadra israeliana sono vani i 24 punti di uno scatenato Wilbekin. 

 

Bayern Monaco – Anadolu Efes 71-90 (19-18,37-44,51-72)

Grande prestazione per la squadra guidata da coach Ataman sul parquet del Bayern Monaco. Grazie ad ottime percentuali al tiro e ad un super terzo quarto, i turchi sbancano l’Audi Dome Arena. Per l’Efes il miglior marcatore è Motum con 14 punti. Ai tedeschi non bastano i 17 di Djedovic. 

 

Real Madrid -Darussafaka 109-93 (25-18,53-38,91-69)

campioni d’Europa non fanno scherzi e nella prima partita stagionale dominano contro il Darussafaka. Dopo i primi 20’ gli spagnoli conducono sul +15, gestendo poi il ritmo e il vantaggio nel secondo tempo, senza particolari difficoltà. Miglior realizzatore dei baschi Randolph con 16 punti. Per i turchi buona prestazione di McCallum con 18 punti. 

 

Buducnost – Armani Exchange Milano 71-82 (11-22,31,42,51-57)

L’Olimpia Milano parte con il piede giusto e passa sul parquet del Buducnost con un superlativo Micov da 15 punti. Ai padroni di casa sono inutili i 22 di Clark. Nel primo tempo, i biancorossi giocano con grande efficacia e chiudono al 20’ avanti di 11 lunghezze. Nel secondo tempo, i serbi rientrano a contatto, riducendo il margine sul -3, ma Milano con lucidità rimane avanti e conquista il successo.

 

Khimki – Olympiacos 66-87 (22-20,34-44, 54-63)

Il Khimki scivola in casa e si arrende ai greci di coach David Blatt. I biancorossi già nel primo tempo cercano di scappare, andando negli spogliatoi sul +10. I moscoviti non ci stanno e provano a ricucire lo strappo, ma l’Olympiacos non si scompone e conquista i due punti. Al Khimki non bastano i 34 punti dello Zar Shved, mentre per la squadra greca il migliore è LeDay con 14.

 

Zalgiris Kaunas – Baskonia 79-87 (24-22,39-42,53-63)

Il Baskonia passa in Lituania e conquista una vittoria molto importante. Dopo un primo tempo molto bilanciato, gli spagnoli nel terzo quarto allungano sulla doppia cifra di vantaggio e amministrano il ritmo del match. Ai padroni di casa sono inutili i 19 di Wolters, mentre ai baschi ne bastano 15 del veterano Granger.

 

Fenerbahce – Gran Canaria 97-72 (22-10,49-35,75-58)

La corazzata turca “passeggia” su Gran Canaria e ottiene il primo successo europeo. Per tutti i 40’ minuti i ragazzi di coach Obradovic controllano la gara e infliggono una pesante sconfitta agli spagnoli. Per il Fenerbahce il top scorer è Vesely con 19 punti. Per Gran Canaria il miglior marcatore è Evans con 13.

 

 

A cura di Lorenzo Lubrano.

Redazione Airball

Finti baskettari che cercano di parlare di pallacanestro. Giornalisti o giornalai? Fate voi. #BeAirBall

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *