PAGELLONE: EP.19 – HOUSTON ROCKETS

PAGELLONE: EP.19 – HOUSTON ROCKETS

VOTO: 6.5

Dopo la bruciante eliminazione nelle Finali di Conference, gli Houston Rockets hanno calibrato ogni singolo movimento per riprovare l’assalto nella prossima stagione al dominio di Golden State.

Uno dei punti di forza della passata annata è stato sicuramente Clint Capela, centro tutto muscoli ed esplosività diventato grande nel sistema di D’Antoni.
Il centro svizzero, dopo una lunga trattativa, ha infatti deciso di restare in Texas accettando un quinquennale da 90 milioni.

Rockets, riparte l’assalto a Golden State. (Credits: Matthew Emmons-USA TODAY Sports)

Dalla Free Agency è invece arrivato Michael Carter Williams, che ha firmato un annuale al minimo salariale (1.8$). Entrato nella lega nel 2013, MCW non è certamente il nome che stavano cercando a Houston per battere Curry & Co. ma D’Antoni potrà comunque contare sulla voglia di rivalsa del Rookie of the Year 2014, ormai forse già all’ultima chiamata in una carriera con qualche luce e troppe ombre.

Via trade Morey, gm dei Rockets, ha portato in Texas Brendon Knight e Marquese Chriss, spendendo a Phoenix Ryan Anderson e De’Anthony Melton.
Grazie a questa mossa, Houston è riuscita a liberarsi del pesante contratto del lungo n.33, integrando nel roster un buon giovane come Chriss ed una scommessa come Knight: dubbi sulle qualità del giocatore non ce ne sono, ma resta da capire come tornerà dopo un anno di stop a causa dell’infortunio.

Ultima chiamata per Melo?

Il grande colpo dell’estate però i Rockets lo hanno piazzato con Carmelo Anthony: il prodotto di Syracuse firmerà con la franchigia texana un contratto annuale da $2.4 milioni.
Una stagione, questo è il tempo a disposizione di Melo per scrollarsi di dosso l’icona di perdente.
Una stagione, questo è il tempo a disposizione degli Houston Rockets per diventare grandi.

 

QUINTETTO: Paul-Harden-Tucker-Anthony-Capela

 

Qui trovate il meglio della stagione passata di Paul, Harden e Co.:

Claudio Rosa

21 anni, studente all'Università Cattolica del Sacro Cuore, aspirante giornalista ma giornalaio per passione, tifoso Lakers nel tempo libero ed amante occasionale dello stretch four.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *